Interni

Salvini: “Nessun veto su Draghi al Quirinale, ma complicato spostarlo”

Matteo Salvini sarà uno dei protagonisti della prossima elezione del nuovo presidente della Repubblica. Ospite di Controcorrente su Rete 4 nella serata di domenica 19 dicembre, il leader della Lega risponde alle domande della conduttrice Veronica Gentili. Salvini rassicura tutti sul fatto di non aver posto alcun veto sull’elezione di Mario Draghi al Quirinale. Anche se lui preferirebbe di gran lunga che il premier rimanesse ancora a Palazzo Chigi. Una risposta ambigua che potrebbe nascondere un doppio gioco.

Matteo Salvini a Controcorrente

“Lei ha detto ‘io sono qui, governo col Pd, almeno Draghi mi faccia la cortesia di rimanere dove sta’. Qualcuno lo ha tradotto come un veto su Draghi al Quirinale. Lo è?”, lo incalza la conduttrice. “No, un veto no. – si schermisce subito il suo ospite – Io a differenza di altri che spostano Draghi, Mattarella, Berlusconi, neanche fossero le statuine del presepe, ho stima di queste persone e non mi permetto di dire cosa devono fare o non fare”.

“Ho fatto un ragionamento non da segretario della Lega o da senatore. Da italiano – ci tiene a puntualizzare Salvini – Siccome probabilmente a gennaio, quando si eleggerà il presidente della Repubblica, ci sarà ancora una situazione sanitaria ed economica complicata, muovere una pedina, e che pedina, il presidente del Consiglio, per spostarlo da un’altra parte e sostituirlo con qualcun altro, rischia di essere complicato”, si infervora il leader leghista.

“Come quando fai un castello di carte. Se togli l’architrave che sta alla base del castello, poi rischi che venga giù tutto. – questa l’azzardata metafora di Salvini – Draghi sta lavorando bene? Si. Sta dimostrando enorme energia e concretezza? Si. Io poi non so che ambizioni abbia. Non so se voglia fare il presidente della Repubblica. La mia riflessione da segretario della Lega, da uomo innamorato dell’Italia che sta dando il suo contributo a questo governo, è che Draghi sta lavorando bene e sarebbe bene che continuasse”. La Gentili gli domanda allora se la Lega sosterrebbe un eventuale governo Franco o Cartabia. “Io sono molto concreto e terra terra, non commento le ipotesi di febbraio”, butta però la palla in tribuna Salvini evitando di rispondere.

Potrebbe interessarti anche: Salvini fa gli auguri a Papa Francesco, ma è bufera social

Torna su