Interni

Decreto green pass, governo battuto due volte al Senato

La maggioranza di governo scricchiola sul green pass, ma per il momento tiene. La sorpresa arriva dal Senato dove, nella giornata di giovedì 10 febbraio, l’aula approva due emendamenti della Lega al decreto green pass, nonostante il parere negativo dell’esecutivo. Alla fine il decreto in questione viene approvato agevolmente dalla larga maggioranza dei presenti, anche se hanno marcato visita circa la metà dei senatori. Ma i mal di pancia nelle forze politiche che sostengono il premier Mario Draghi aumentano ogni giorno di più.

Salvini mette i bastoni tra le ruote a Draghi sul green pass

Il primo partito a cercare di sferrare un colpo sotto la cintura di Mario Draghi è la Lega di Matteo Salvini. La campagna elettorale in vista delle elezioni che si terranno tra un anno non è ufficialmente iniziata, ma il Carroccio inizia già a riposizionarsi. E lo fa cercando di smontare l’impalcatura del green pass. Ecco spiegato il sì di Palazzo Madama a due emendamenti del Carroccio al decreto green pass. Anche se a votarli sono stati anche esponenti di altre forze politiche.

MARIO DRAGHI PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, MATTEO SALVINI LEGA

Ma quali sono nello specifico i due emendamenti approvati? Il primo riguarda la possibilità di consentire “le feste popolari e le manifestazioni culturali all’aperto, anche con modalità itinerante e in forma dinamica, riconosciute di notevole interesse culturale”. Il secondo, invece, concede il via libera “all’accesso e all’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico per gli spostamenti da e per le isole italiane, per il rientro al proprio domicilio o per giustificati motivi di salute” anche solo con il green pass base.

“Si avvicina la campagna elettorale, i partiti hanno bisogno di segnalare la loro esistenza e peculiarità. E quindi, ovviamente, alzeranno sempre l’asticella – commenta Giorgia Meloni – Vediamo i partiti di governo che scendono in piazza contro il governo”, aggiunge la leader di Fdi in riferimento al flash mob organizzato dalla Lega in piazza Monte Citorio per protestare contro il caro bollette.

Potrebbe interessarti anche: Il governo allenta il green pass: “Possibile da marzo”

Torna su