Interni

Il mondo visto da un terrapiattista: “La Terra sferica? Crederlo è una disgrazia”

Si definisce terrapiattista, in contrapposizione con i “terrasfericisti”. E ha deciso di raccontarsi sulle pagine dell’Huffington Post per spiegare il suo pensiero. Agostino Favari, 40 anni, è tra i relatori del primo convegno italiano dei terrapiattisti in programma a Palermo il 12 maggio: sono quelli che credono alla verità scientifica ufficiale, che affonda le radici nei secoli e nelle dimostrazioni, dalla circumnavigazione di Magellano, passando per l’eliocentrismo di Galileo e arrivando alla relatività di Einstein. “A Palermo darò una dimostrazione dell’assenza di curvatura della terra”, assicura Favari. 

Con Favari, laureato in ingegneria elettronica e dichiarato complottista, ci saranno esponenti noti della comunità che propone una teoria alternativa a quella scientifica: Albino Galuppini, che farà un excursus storico sui “50 anni di inganni dello sbarco sulla Luna”. Calogero Greco che, tra le altre cose, parlerà di lacocrazia, ovvero della “vera democrazia”. E Morena Morlini, che si interrogherà su cosa vada salvato dell’astrologia. Otto ore di discussione aperta a tutti, curiosi e tecnici, previa una quota di partecipazione di 20 euro.
“La nostra è una tesi, non una teoria. Perché noi abbiamo la dimostrazione dell’assenza di curvatura. Si può dimostrare: se effettivamente la terra è sferica, salendo in verticale ti trovi ad altezze tali che riesci a vedere una porzione della terra maggiore. Maggiore è la porzione che tu vedi, maggiore è la curvatura che puoi osservare, ammesso che ci sia. Ma così non succede: perché i presunti astronauti, che dicono di essere usciti dall’atmosfera, ci fanno vedere la fotografia di una sfera.”Invece del mappamondo, i terrapiattisti usano la Gleason Map, una cartina ufficiale “dove il polo nord è al centro e il polo sud è l’Antartide, cioè un cerchio di ghiaccio tutto intorno”.”I terrapiattisti che negano l’esistenza dell’Australia? Li arruolano Le Iene per ricamarci sopra, noi non siamo convinti di questo. Gli astronauti? Dovrebbero darci la possibilità di andare su con loro, per vedere se la Terra è davvero sferica come dicono”. 

“Quando sono diventato terrapiattista? Molti anni fa, ascoltando i discorsi di alcune persone che si occupano di complotti sull’11 settembre, sullo sbarco sulla Luna, sull’organizzazione delle guerre, dei poteri che sono dietro ai teatrini dei false flag. Poi ho continuato a informarmi su internet, che è una fonte importantissima per potersi chiarire le idee. Ne ho fatto buon uso”.

Continua la strage nel Mediterraneo: meno sbarchi vuol dire più morti in mare

Articoli correlati