Esteri

Ucraina, Pd invoca intervento di Berlusconi: “Telefona a Putin”

La crisi in Ucraina preoccupa e non poco anche il governo italiano. Il rischio è che le sanzioni che presto verranno comminate alla Russia possano colpire in particolar modo l’economia del nostro Paese. È anche il timore del premier Mario Draghi che invita comunque a non spezzare il filo del dialogo con Vladimir Putin. A questo proposito, il quotidiano Il Giornale riporta diverse dichiarazioni di esponenti del Pd e del centrosinistra che chiedono a gran voce l’intervento di Silvio Berlusconi con il suo ‘vecchio amico’ Putin.

Vladimir Putin e Silvio Berlusconi

“Diciamo così che se Berlusconi trovasse due minuti per una telefonata a Putin, secondo me non sarebbe un’idea sbagliata”, scrive Filippo Sensi su Twitter secondo quanto riporta Il Giornale. “Penso che Berlusconi possa avere una capacità personale e politica per contribuire a risolvere questa situazione”, commenta il senatore Dem Tommaso Cerno. Un altro senatore piddino, Luciano D’Alfonso, si augura che “il Cavaliere non faccia mancare anche il suo contributo personale”.

Gianni Pittella chiede invece a Berlusconi, considerati “i rapporti più che buoni con Putin”, di dire “una parola che vada verso la soluzione diplomatica del contenzioso. Rimane l’amarezza di una difficoltà dell’Unione europea a svolgere un ruolo unitario. Non c’è, ora come ora, una voce unica”, conclude. “Sarebbe importante se Berlusconi unisse con forza la sua voce a quella di tutto l’Occidente. Chiedendo a Putin il ritiro immediato delle truppe russe che da troppo tempo incombono sui confini dell’Ucraina”, lo esorta infine Luigi Zanda.

Ma anche da altri partiti qualcuno prova a tirare Berlusconi per la giacchetta. Come nel caso dell’ex M5S, Pino Cabras, oppure di Enrico Costa di Azione. Ma anche Catello Vitiello, deputato di Italia Viva, dichiara che “se Berlusconi ha davvero quel rapporto personale con Putin, pur di scongiurare il conflitto, allora deve, e sottolineo deve, telefonargli”. Qualcuno in Parlamento, infine, ipotizza persino un tandem diplomatico formato da Berlusconi e Draghi per trattare con tutte le parti in causa.

Potrebbe interessarti anche: Putin chiama, Berlusconi risponde. Altro che Salvini… Lo scoop che non ti aspetti

Torna su