Interni

Il web in rivolta contro Salvini: “Perché vuoi far cadere il governo?”

Il popolo gialloverde, quello che ha benedetto l’alleanza tra Salvini e Di Maio subito dopo le elezioni del 4 marzo 2018, inizia a sentire l’aria di una crisi profonda, quella che rischia di far saltare il banco e portare a stretto giro a una nuova consultazione elettorale. Oggetto del contendere quella Tav su cui i due partiti al governo non riescono proprio a trovare un accordo e che rischia di trasformarsi nella classica goccia destinata a far traboccare il vaso in maniera fragorosa.

E così quegli stessi utenti che fin qui hanno sempre difeso l’operato dell’esecutivo, adesso sembrano aver trovato un responsabili: Salvini e la sua Lega, talmente decisi ad andare avanti sull’alta velocità Torino-Lione da essere pronti a sacrificare anche la tenuta del governo. Il mondo degli industriali del nord scende in piazza per chiedere il completamento dell’opera, quello dei social, invece, punta il dito contro il numero uno del Carroccio invitandolo a un passo indietro.
“Far cadere il governo per la Tav è una follia, Matteo ripensaci” è uno dei tanti messaggi comparsi in rete in queste ore, a commento di ogni notizia che riguarda Salvini. Anche sul profilo Facebook del ministro dell’Interno, i post dello stesso tenore si moltiplicano ora dopo ora: “Staccare la spina sarebbe un errore imperdonabile, la storia ti darebbe torto”.Una presa di distanza significativa, considerando che fino a oggi proprio sul web Salvini aveva cementificato il proprio consenso, forgiando col passare dei mesi una fiera schiera di suoi sostenitori pronti a difenderlo in ogni occasione, compreso il mancato processo per il caso Diciotti. Un dietrofont che sicuramente non sarà piaciuto al Capitano, sempre attento agli umori della rete. E chissà, forse con delle conseguenze nel futuro prossimo.

Berlusconi fiuta la crisi: “Salvini torna a casa, vogliamo governare con te!”