Esteri

Elisabetta II, il retroscena su Harry: “Fino alla fine ha espresso quel desiderio”

La morte della regina Elisabetta II si sta portando dietro una serie infinita di voci e retroscena sui rapporti esistenti tra i membri della famiglia reale britannica. Al centro dell’attenzione dei media è finito naturalmente il figlio Carlo, ora divenuto suo successore col nome di Carlo III. Ma è soprattutto il nipote Harry, figlio secondogenito del re e di Lady Diana, a scatenare gli appetiti del gossip. A questo proposito, lo storico reale del Daily Mail, Robert Hardman, pubblica alcune rivelazioni scottanti sulle ultime ore di Elisabetta.

Elisabetta II con Harry e Meghan

Secondo alcune ricostruzioni, Harry sarebbe arrivato in ritardo al capezzale di Elisabetta, quando la nonna aveva ormai esalato l’ultimo respiro, per colpa di un furibondo litigio con il padre. Il fratello dell’erede al trono William, che ha rinunciato al titolo di principe ed è andato a vivere in America, pretendeva che al castello di Balmoral in Scozia potesse essere presente insieme a lui anche la moglie Meghan. Richiesta respinta con decisione da Carlo.

Da lì sarebbe nata una furibonda lite, causa del ritardo fatale di Harry. Ma gli stessi retroscena parlano di un tentativo di riconciliazione tra lui e il fratello William, compiuto da alcuni membri della famiglia. In questo quadro si inseriscono le rivelazioni di Hardman che scrive: “Fino alla fine, la Regina ha espresso il desiderio che si ricucissero le cose. Ha adorato Harry fino alla fine”. Il riferimento è proprio alla riappacificazione tra i due cari nipoti.

(Photo by Max Mumby/Indigo/Getty Images)

“Ho perso una nonna e, seppur sia addolorato per la sua perdita, mi sento anche incredibilmente grato. – questa la lettera di Harry alla defunta Elisabetta – Ho avuto il privilegio della saggezza e della rassicurazione della Regina. Nonna, mentre questo momento finale ci riempie di tristezza, sarò per sempre grato per tutti i nostri primi incontri, per le mie memorie di infanzia costruite insieme a te, per la prima volta in cui sei stata il mio Comandante in Capo, per il primo momento in cui la mia amata moglie e i miei figli ti hanno abbracciato. Amo e conservo questi momenti condivisi con te, e per tutti quelli che ci sono stati nel mezzo. Ci manchi già così profondamente, non solo a noi, ma al mondo intero. Sorridiamo pensando che tu e il nonno siete riuniti ora, ed entrambi siete in pace”.

Potrebbe interessarti anche: Il principe Harry e Meghan senza invito

Torna su