Interni

Meloni e i rapporti con Castellino: il servizio di Report

Anche Report torna sul caso delle manifestazioni di estrema destra e sui presunti rapporti tra formazioni come Forza Nuova e il partito di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia. La trasmissione di Rai 3, condotta da Sigfrido Ranucci, mostrerà infatti nella prossima puntata delle immagini risalenti al 2008 di un incontro tra la Meloni e Giuliano Castellino. Il leader romano di FN, arrestato dopo l’assalto alla sede della Cgil, scortava l’allora ministro della Gioventù alla commemorazione di via Acca Larentia, dove nel 1978 furono uccisi tre giovani attivisti neofascisti.

Giorgia Meloni e Giuliano Castellino

Il servizio di Report si apre con un’intervista dell’inviato a Roberto Fiore. Il giornalista contesta al fondatore di Forza Nuova, anche lui arrestato nei giorni scorsi, che la sede del suo partito si trovi in un palazzo che appartiene alla Fondazione di Alleanza nazionale. Gli domanda anche se paghino l’affitto. “Questo non è un problema suo. Certamente ci sarà qualche contratto. Però i contratti sono privati proprio per evitare che ci siano persone che vengono a chiedere delle cose per creare dei problemi”, taglia corto Fiore. Ma il giornalista insiste. E allora Fiore lo blocca: “Noi qui siamo perfettamente legali”.

“Nella pandemia, Forza Nuova ha visto un’opportunità per riconquistare il centro della scena. Ha stretto un’alleanza con i gilet arancioni del generale Pappalardo. Ed ha aggregato attivisti contro i vaccini, oppositori del 5G e negazionisti del Covid”, afferma l’inviato di Report. Sono mesi, ricorda, che questi movimenti organizzano manifestazioni “che violano qualsiasi prescrizione sul distanziamento, facendosi beffe dell’obbligo di mascherina”.

“Il compito di arringare le folle negazioniste Fiore lo ha lasciato al suo braccio destro, Giuliano Castellino”, accusa Report. Viene poi snocciolato il “curriculum criminale” del leader romano di Forza Nuova. “Castellino è il simbolo di questa liberazione nazionale in atto”, lo loda Fiore. “Prima di approdare in FN, Castellino ha girato tutta la galassia della destra estrema. E anche di quelle istituzionale”, prosegue il servizio che mostra un video del 7 gennaio 2008 in cui Castellino accompagna Giorgia Meloni alla commemorazione di Acca Larentia.

Potrebbe interessarti anche: Taormina difende Castellino e Fiore: “Non hanno fatto assalto a Cgil”