Interni

Il sorpasso: il Pd scavalca i Cinque Stelle, crisi nera per Di Maio & co.

Da un lato, un partito che inizia finalmente a dare decisi segnali di vita dopo aver toccato il fondo, dato ormai addirittura per spacciato da diversi analisti politici. Dall’altra, un Movimento che ha attraversato l’Italia da nord a sud raccogliendo il voto degli scontenti, di chi auspicava una rottura netta e decisa con il passato e che però, una volta diventato forza di governo, sta vedendo il suo tesoretto di voti svanire piano piano come neve al sole.

Stando all’ultimo sondaggio settimanale realizzato da Swg per La7, i guai per i Cinque Stelle non sono affatto finiti, anzi. Le rilevazioni fanno infatti segnare il temuto sorpasso da parte del Pd del neo segretario Nicola Zingaretti, spinto dall’entusiasmo per le primarie che hanno dato evidentemente nuova linfa al popolo dem. Rispetto ai dati fatti registrare la scorsa settimana, ecco allora che il centrosinistra guadagna lo 0,8 per cento e raggiunge quota 21,1 per cento.
I grillini, invece perdono proprio l’0,8 per cento e si fermano al 21 per cento, appena al di sotto del Pd. Un calo costante quello del M5S che va avanti da alcune settimane e che assume contorni pesanti rispetto al quasi 33 per cento ottenuto dai grillini il 4 marzo del 2018. Una situazione che non può che acuire ulteriormente le tensioni all’interno del Movimento.Se Atene piange, a ridere ancora è invece Sparta: il primo partito resta infatti la Lega di Matteo Salvini, che cresce salendo dello 0,2 per cento e arriva al 33,9 per cento. Forza Italia scende ancora all’8,6 per cento, mentre Fratelli d’Italia risale al 4,4 per cento.

Di Battista agli attivisti: “Rispettate il mio silenzio. Del Movimento non parlo”