Lifestyle

Industria 4.0: Siemens Centro Tecnologico Piacenza

Il Settore Industry di Siemens Italia presenta risultati record e rafforza il suo ruolo di partner delle imprese italiane per guidarle verso il futuro del manufacturing. “Nel mondo, come in Italia, l’industria manifatturiera sta cambiando più velocemente che mai e Siemens ha le competenze e la vision necessarie per dare risposte efficaci e innovative alle nuove esigenze del settore”. Così Giuliano Busetto, Industry Sector Lead di Siemens Italia, descrive il posizionamento del suo Settore nel mondo attuale dell’industria manifatturiera, che si trova ad affrontare oggi nuove sfide e sostanziali trasformazioni.

Siemens leader mondiale nell’automazione è in prima fila verso la frontiera dell’ Industria 4.0, il processo evolutivo che vedrà le imprese gestire reti globali con macchinari, sistemi di magazzinaggio e strutture produttive, grazie al coordinamento di elementi computazionali e oggetti fisici. L’azienda vanta un posizionamento completo lungo tutta la catena del valore – dal product design al production planning, production enginering, execution fino a simulazione e servizi.

Il Centro Tecnologico e Applicativo Macchine Utensili di Piacenza, rappresenta uno dei messaggi significativi del contributo che Siemens Italia vuole dare allo sviluppo del Manifatturiero in Italia, mettendo a disposizione di costruttori di macchine, di utilizzatori finali – siano essi grandi realtà industriali o piccole officine – di scuole e Università e di partner, una serie di servizi e competenze atti a creare una “Community Tecnologica” che sappia valorizzare il know how delle aziende operanti nel comparto. Le applicazioni sono infinite e interessano sia le grandi aziende che intendono sperimentare modifiche alle linee di montaggio, sia le piccole e medie imprese che immaginano di automatizzare progressivamente un determinato ciclo di produzione ma preferiscono capirne prima l’impatto sulla forza lavoro.

Leggi anche: Internet of Things: cos’è e dove viene applicata

Il Centro Tecnologico

La scuola di Industria 4.0 si trova a Piacenza e si estende su una superficie di più di 700 metri quadri. Non potevano che realizzarlo i tedeschi di Siemens, leader mondiale nell’automazione. Una conglomerata che investe 5,2 miliardi di euro in ricerca e sviluppo ogni anno e ha trainato la quarta rivoluzione industriale della Germania, legata a doppio filo al modello duale dell’alternanza scuola-lavoro. Racconta Filippo Giannini, direttore di questo prototipo di fabbrica digitale in cui ogni processo è anticipato su computer (dalla tornitura alla fresatura), che il cuore del ragionamento sta tutto in quello che lui definisce «manifattura predittiva». 

E’ un centro dimostrativo dove approfondire i vantaggi correlati all’utilizzo della piattaforma di controlli numerici Sinumerik sulle macchine utensili, dove presentare le soluzioni dedicate per le diverse tecnologie di lavorazione e per l’integrazione delle macchine utensili in un contesto di cella o di fabbrica automatizzata, con focus sui sistemi operativi di interfaccia uomo macchina (Sinumerik Operate), su produttività, efficienza delle macchine e degli impianti, gestione delle macchine e manutenibilità.

L’interconnessione digitale della produzione, l’interazione uomo-macchina che passa per l’informatica, consente alle aziende-clienti di determinare in anticipo se conviene (e come) realizzare un prodotto. Con quale linea di montaggio. Come distribuire le celle di lavoro nei reparti. Con quali costi. L’analisi dei dati di ogni possibile variazione sulla catena permette, ad esempio, a tutti i grandi colossi dell’auto di capire come intervenire per risparmiare ulteriormente sui processi e per amplificare l’uso dei robot ottimizzando l’efficienza e la produttività.

Leggi anche: PMI nel futuro: l’Italia apre ai servizi con il nuovo piano di investimenti Industria 4.0

Cosa propone il Centro Tecnologico

La struttura è particolarmente attrezzata e fruibile dove è  possibile mostrare efficacemente agli utenti quali sono i vantaggi della sinergia tra software industriale e automazione lungo l’intero ciclo di vita del prodotto, dove testare soluzioni innovative per rendere competitivi i clienti in termini di produttività, flessibilità, time to market e ottimizzazione delle risorse e dove mostrare la potenzialità del connubio  tra mondo digitale e mondo reale .

Inoltre il centro propone formazione di alto livello, attraverso corsi basati su macchine utensili programmate con CNC Siemens Sinumerik. Le postazioni di apprendimento sono tutte equipaggiate con computer, e i partecipanti sono supportati dal software di apprendimento Sinutrain e da simulatori CNC per tutti i sistemi Sinumerik .Nel centro è possibile lavorare con la tecnologia Siemens di ultima generazione. 

Ecco perché questo centro tecnologico si sta tramutando in superconsulente di Industria 4.0, con il patrocinio di Ucimu (l’associazione di produttori di macchine utensili), la collaborazione dei Politecnici di Milano, Torino e Bari che qui spediscono i loro ingegneri gestionali, meccanici, di processo, per formarsi sulle ultime novità possibili con i “gemelli digitali”.

Siemens CNC-Trainingpartners

Siemens Italia ha siglato accordi di collaborazione con alcuni prestigiosi Istituti tecnici italiani che hanno ottenuto la qualifica di “Siemens CNC-Trainingpartners”, e che sono abilitati a svolgere, con il supporto tecnico di Siemens, corsi di formazione per operatori/programmatori di macchine utensili. L’offerta formativa, oltre agli studenti, si rivolge infatti anche alle aziende del territorio, che possono fare riferimento alla struttura scolastica per la formazione e l’aggiornamento professionale dei propri dipendenti. Tutte le novità provenienti dal mondo Siemens vengono trasferiti ai Siemens CNC-Trainingpartners dando la possibilità agli studenti di confrontarsi con tecnologie sempre all’avanguardia e immediatamente “spendibili” nel mondo del lavoro.

Leggi anche: Tecnologia medicale: l’ultima frontiera dell’Internet of things