Interni

“Uno schifo, vergogna”. Insulti sessisti alla deputata FI, è bagarre in aula contro i Cinque Stelle

Si è trascinato fino alla Camera il duro scontro iniziato in rete, sui social, tra la Movimento Cinque Stelle e opposizioni. E che ha come oggetto gli insulti arrivati per mezzo del blog grillino contro la deputata di Forza Italia Matilde Siracusano, in passato concorrente di Miss Italia recentemente eletta in Sicilia dopo la tornata del 4 marzo. Parole forti, violente, che la diretta interessata aveva condiviso per raccontare i terribili messaggi che leggeva e che i moderatori continuavano a non cancellare, lasciandoli in bella vista.

Una serie di insulti irripetibili, il più delicato dei quali era “questa ha lavorato parecchio in ginocchio”. Un caso che è arrivato fino in Parlamento, con l’azzurro Francesco Paolo Sisto a chiedere conto di quegli attacchi “sessisti”. La seduta, comunque mai sfuggita di mano alla presidente di turno Mara Carfagna, ha vissuto momenti di grande tensione proprio tra tra M5S e FI.
Una serie di scambi  durante i quali la Lega è rimasta in silenzio, atteggiamento che non è molto piaciuto agli esponenti di Forza Italia. Il capo gruppo del M5S, D’Uva ha invece detto che dal suo gruppo non era arrivato alcun attacco personale alla collega di Forza Italia e che, comunque, l’ufficio di presidenza potrà occuparsi di questo episodio. La seduta prosegue con le votazioni sui 146 ordini del giorno che accompagnano il decreto sicurezza.Intanto il presidente della Camera Roberto Fico (M5S) ha difeso la deputata: “Bisogna combattere la visione di una società maschilista, un atteggiamento generale sessista che si manifesta in molteplici settori del nostro Paese. Ogni forza politica deve farsi carico con fermezza e senza tentennamenti di contrastare questo orribile atteggiamento culturale”.

Cinque Stelle innamorati: una donna strega il Movimento, il nome (grossissimo) pronto a tornare in Rai