People

Jack Ma: Alibaba e i segreti per un patrimonio record

Quest’oggi dedichiamo un approfondimento a Jack Ma, uno degli imprenditori più celebri, ricchi e importanti del pianeta. Jack Ma è infatti il fondatore di Alibaba – oggi Alibaba Group – ovvero una delle compagnie più importanti del mondo. A differenza di altri grandi business man, Jack Ma si distingue per le best practice che lo hanno portato al successo tanto che, qualche anno fa, arrivò anche ad affermare “Se siete ancora poveri a 35 anni lo meritate”. Ma, infatti, si è distinto per aver cambiato completamente vita proprio all’età di 35 anni, quando il suo paradigma cambiò completamente dopo un viaggio negli Stati Uniti.

Jack Ma: biografia del fondatore di Alibaba

Jack Ma nasce ad Hangzhou, città cinese alla foce del fiume Qiatang, nel 1964, proprio durante la rivoluzione culturale cinese. A soli 12 anni, il giovane Jack Ma decide di dedicarsi allo studio dell’inglese e, una volta imparato, di offrire gratuitamente servizi da guida turistica nella sua città. È proprio narrando di questa fase della sua vita che Ma, in un’intervista a Inc.com, raccontò “Per otto anni ho raggiunto in bicicletta ogni mattina, pedalando per 40 minuti, neve o pioggia, un albergo vicino al Lago dell’Ovest presso Hangzhou. […] Portavo gratuitamente in giro turisti, così da poter migliorare il mio inglese. Tale esperienza mi cambiò profondamente, e cominciai a diventare molto più globalizzato di molti cinesi. Ciò che imparavo dai miei insegnanti era spesso diverso da ciò che mi raccontavano i turisti”. La sua gioventù venne inizialmente segnata dal primo viaggio al di fuori dei confini della Cina, in Australia: “Prima della mia prima partenza dalla Cina, ero stato educato che la Cina era il paese più ricco e felice al mondo. Quindi, quando arrivai in Australia, pensai “Oh mio dio”, tutto è diverso da ciò che mi è stato detto” ha raccontato Ma.
Il futuro fondatore di Alibaba, negli anni successivi fallisce per ben due volte i test d’ingresso per l’Università per poi iscriversi alla Hangzhou Teacher’s Institute, dove si laureò nel 1988. La sua carriera iniziò quindi come insegnante quando, per soli 100/120 Yuan al mese, insegnava inglese all’università.
Fu un secondo viaggio, fatto nel 1995, a cambiare drasticamente la sua vita. In quell’anno, infatti, Jack Ma ebbe l’opportunità di andare a Seattle dove, oltre a lavorare come interprete per una delegazione di commercianti, ebbe l’occasione di connettersi a internet per la prima volta. Quel gesto che per noi è oramai più che abituale, per Ma fu la scintilla che innescò l’inizio di una delle carriere imprenditoriali più celebri degli ultimi anni.

Credits: Rico Shen on Wikimedia Commons

Alibaba: i primi vent’anni del colosso cinese dell’e-commerce

Come anticipato, quel primo viaggio nel web portò Jack Ma ad avere un’idea rivoluzionaria per la sua vita. Con un prestito di 2mila dollari e alcuna competenza nel settore, infatti, insieme ad alcuni amici decise di aprire China Yellowpages, un sito sulla Cina. Negli anni successivi lavorò quindi con alcune compagnie cinese per la promozione del commercio elettronico sino a che, nel 1998, insieme ad alcuni amici riuscì a raccogliere 60mila dollari americani e fondare dapprima Alibaba e successivamente Alibaba Group con lo scopo iniziale di mettere in contatto i produttori cinesi con possibili clienti esteri.
In pochi anni il business si allargò e Alibaba Group divenne uno dei colossi del settore del commercio elettronico tanto che, nel 2011, l’azienda venne inserita da Forbes nella celebre “Global 2000”, la classifica delle 2mila aziende più importanti del mondo secondo Forbes. È proprio su Forbes che Jack Ma ottiene un altro record ovvero quello di diventare il primo imprenditore cinese ad apparire sulla copertina del celebre magazine.
“Sedevo in un caffé di San Francisco, e mi venne in mente che il nome “Alibaba” suona bene. Domandai a una cameriera che passava di lì “Sa qualcosa di Alibaba?”. Lei disse di sì. Domandai che cosa sapesse di Alibaba, e lei disse “Alibaba e i quaranta ladroni”. “Ecco il nome!” pensai. Dopo andai per strada e cominciai a domandare in giro a 30 persone diverse se sapevano di Alibaba. Indiani, tedeschi, da Tokyo alla Cina, tutti conoscevano Alibaba. Alibaba aprì il sesamo. Alibaba è una persona buona, lesta negli affari e aiutò il suo villaggio. Così facile da pronunciare, e nome internazionale. Alibaba apre il sesamo di piccole e medie compagnie. Abbiamo registrato pure “Alimama”, nel caso qualcuno volesse sposarci!” – racconta Jack Ma sulla scelta del nome della sua azienda.

jack-ma-alibaba-patrimonio
Il quartier generale di Alibaba – Credits: Thomas Lombard on Wikimedia Commons

Jack Ma e i segreti per il successo

Come si può notare dalla sua biografia, l’indole di Jack Ma è sempre stata molto indipendente e orientata verso l’impegnarsi duramente per ottenere qualcosa. Ma quali sono gli altri “segreti” che lo hanno portato al successo con Alibaba?
Durante l’evento benefico Clinton Global Initiative del 2014, Jack Ma ha spiegato agli ospiti quali sono le best practice da seguire – 5 punti – per riuscire ad affermarsi.
1. Prevenire è meglio che curare: Jack Ma ha sottolineato che il successo di Alibaba non è da imputarsi a quello che viene fatto oggi bensì a come è stato gestito il business sin dagli albori.
2. Il denaro è responsabilità: a chi pensa che il denario faccia solamente la felicità, l’imprenditore cinese ha spiegato che i soldi – soprattutto quando sono tanti – rappresentano soprattutto una responsabilità, verso gli investitori e verso chi crede e ha creduto nel suo progetto imprenditoriale.
3. L’imprevisto è dietro l’angolo: secondo Jack Ma è stupido pensare che gli imprevisti non possano capitare. Solamente mettendo in conto la possibilità d’imprevisti si potrà ridurre al minimo il rischio di perdite.
4. Le raccomandazioni non sono necessarie: per quanto è inevitabile che, spesso, la “spintarella” possa far comodo, per Jack Ma è considerata superflua. Ciò che davvero conta per l’imprenditore è l’appoggio e il feedback positivo dei clienti.
5. Investire sui giovani: l’imprenditore cinese è convinto che il futuro sia nelle mani dei giovani di oggi, motivo per cui è importantissimo e doveroso crescere e assecondare tutti i giovani che vogliono avere successo.
In copertina: TIANJIN/CHINA, 28SEPT08 – Jack Ma Yun, Chairman and Chief Executive Officer, Alibaba Group, speaks during The Future of the Global Economy: The View from China plenary session at the World Economic Forum Annual Meeting of the New Champions in Tianjin, China 28 September 2008 – Photo by Commons.Wikimedia.Org
Leggi anche: “Gmail, la mail di Google cambia look: le novità in arrivo”