People

Kate salva dal cancro grazie al suo gatto Oggy: “Senza lui non lo avrei scoperto”

Grazie al loro fiuto e alla loro grande conoscenza del padrone, cani e gatti sono in grado di percepire i cambiamenti dell’organismo più velocemente di noi stessi. Ma anche il loro super udito non è da meno. I nostri fedeli amici a quattro zampe infatti, spesso riescono a sentire anche i più piccoli rumori che il nostro organismo produce. Inutile dire che per alcune malattie, come i tumori, una diagnosi precoce può davvero fare la differenza e salvare una vita. Come quello che è successo a Kate King-Scribbins e al suo gatto Oggy: grazie a lui infatti ha scoperto di avere un cancro al seno, prima ancora che i medici le diagnosticassero la malattia. Kate aveva notato che il Oggy aveva iniziato ad avere un comportamento anomalo che ha portato la donna a dire che il suo felino è stato fondamentale.

“Oggy ha sempre amato rannicchiarsi tra le mie braccia, ma ha iniziato a rannicchiarsi in modo più aggressivo del solito, il che era strano – ha raccontato a Caters News la 35enne che vive a St Paul, nel Minnesota (Stati Uniti) –. Ho provato a spostarlo in un’altra parte, ma lui sembrava più determinato che mai nell’assicurarsi di essere sdraiato vicino al mio seno sinistro”. Poi una mattina, dopo aver notato per mesi il comportamento insolito del suo gatto, Kate si è svegliata con un dolore lancinante che si irradiava in tutto il corpo. Da lì ha fatto un autoesame e ha sentito di avere un nodulo. Dopo la visita medica è risultato avere un cancro al seno al terzo stadio e si è subito sottoposta a diversi cicli di chemioterapia, più interventi chirurgici e radiazioni.

“Solo quando ho sentito il nodulo e mi è stata data la brutta diagnosi ho capito che cosa Oggy cercava di dirmi da così tanto tempo. Ripensando ai cambiamenti nel suo comportamento nei miei confronti prima della mia diagnosi di cancro al seno credo davvero che stesse cercando di avvertirmi dei pericoli che stavano crescendo nel mio corpo”, ha detto ancora la donna ringraziando quel micio che lei ha salvato e ha adottato 15 anni fa.

Una storia la loro che può sembrare incredibile, ma Kate non cambia idea e rimane fermamente convinta che senza il suo gatto le cose non sarebbero andare allo stesso modo: “Non biasimo le persone che non mi credono, ma c’è da dire che da quando mi è stato rimosso il tumore il mio gatto non insiste più a volersi coricare in quel punto. Se solo gli animali potessero parlare… Non posso fare a meno di dirmi che avrei potuto curare prima il tumore se avessi notato il comportamento di Oggy e l’avessi ascoltato”.

Ti potrebbe interessare anche: Cane eroe muore per una pugnalata e salva il suo proprietario