Mass Media

Piero Angela, lezione sull’omosessualità: “Una liberazione”

Piero Angela è ospite di Fabio Fazio nella serata di domenica 24 ottobre. Il conduttore di Che tempo che fa pone diverse domande allo storico conduttore di Quark. Il divulgatore scientifico, oggi 92enne, introduce allora la nuova edizione di Superquark+ in onda prossimamente su RaiPlay. Si tratterà di dieci lezioni sull’amore e il sesso. Non solo tra coppie eterosessuali, specifica però Angela, ma anche tra quelle omosessuali che, specifica, “fanno esattamente lo stesso percorso” delle prime.

Piero Angela

La prossima edizione di Superquark tratterà dunque delle tematiche legate alla sessualità. Saranno trasmessi su Raiplay dieci episodi della durata di 15 minuti ciascuno. Questi i rispettivi titoli: “L’attrazione”, “L’innamoramento”, “La scelta del partner”, “La salute del sesso”, “Il piacere”, “La paternità”, “La gelosia”, “Il tradimento”, “Il rapporto di coppia”, “Perché pochi figli?”. Insomma, un tema considerato delicato che Piero Angela cercherà invece di rendere chiaro ed attraente.

“Io nella prima puntata faccio una premessa. – risponde così Piero Angela a Fabio Fazio – E dico guardate che noi parleremo prevalentemente della coppia uomo-donna. Ma sappiamo che oggi, finalmente, le coppie omosessuali hanno potuto trovare una liberazione da una repressione terribile che è durata lungo tutta la storia. Una cosa molto importante da capire – prosegue poi il conduttore di Quark – è che spesso l’omosessualità viene vista come un rapporto fisico, contro natura”.

“In realtà le coppie omosessuali fanno esattamente lo stesso percorso. Attrazione, innamoramento, gelosia, tradimento, vita di coppia, i figli. Hanno sentimenti, amori, passioni. Esattamente come le coppie eterosessuali. Questo bisogna capirlo bene, perché altrimenti non si capisce questa necessità di esprimersi”, conclude Angela. Il suo intervento a Che tempo che fa diventa subito virale sui social network. Con migliaia di commenti positivi. Insomma, Piero Angela, nonostante l’età che avanza, si dimostra ancora lucido e, soprattutto, con lo sguardo rivolto al futuro.

Potrebbe interessarti anche: Fazio non perdona Morisi: “Non basta chiedere scusa”