Interni

La “nonna di ferro” guarita dal coronavirus a 81 anni

Una tenacia fuori dal comune nonostante un’età che aveva inizialmente fatto temere il peggio. Una donna di 81 anni, quasi 82 per la precisione, è infatti riuscita in una sola settimana a guarire dal coronavirus. Una notizia meravigliosa in mezzo a tante, preoccupanti, che continuano ad arrivare in questi giorni. Protagonista della vicenda è stata la signora Armanda Bottini Campolunghi, che si è subito guadagnata il nome di “nonna di ferro”.

La donna è stata curata al Policlinico San Matteo di Pavia. Si era sentita male mentre era a cena insieme ai parenti che immediatamente avevano optato per il ricovero, considerato che l’anziana signora stava recuperando dopo una lunga riabilitazione per una frattura al femore ed è affetta da diabete di tipo 2.
Trasportata da Borghetto Lodigiano al nosocomio di Pavia, aveva accusato sintomi influenzali quali una leggera febbre e senso di nausea e vomito. Il tampone aveva accertato la presenza del virus nel suo organismo. “Quando l’abbiamo saputo, abbiamo pensato al peggio. Pensavamo che per lei sarebbe stato impossibile farcela” aveva spiegato sulle pagine de Il Giorno uno dei nipoti della signora Armanda, Mattia di 23 anni.Nonostante tutto potesse far pensare al peggio, però, la donna ha sorpreso tutti e nel giro di una settimana è riuscita a negativizzarsi. “Mia nonna ha reagito alle cure – ha spiegato il nipote – nel migliore dei modi e con forza. Con una determinazione riconosciuta anche dai medici”.

L’Italia si ferma: scuole e università chiuse fino a metà marzo