Interni

La Lega incontra Draghi: “Fondi del Reddito di cittadinanza contro il caro-bollette”

È durato circa mezz’ora l’incontro a Palazzo Chigi tra una delegazione della Lega e Mario Draghi. La pattuglia leghista, formata dal capodelegazione Giancarlo Giorgetti e dai due capigruppo di Camera e Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo, ha esposto martedì 30 novembre al presidente del Consiglio le proprie richieste sulla legge di bilancio che il Parlamento si appresta ad approvare prima della fine dell’anno. Quella che ha messo di più in difficoltà il premier riguarda la possibilità di contrastare il rincaro delle bollette di luce e gas pescando soldi dal Reddito di cittadinanza.

Incontro tra la Lega e Draghi

La posizione espressa dalla Lega durante l’incontro è dunque quella di riformare l’impianto del Reddito di cittadinanza, allo scopo di recuperare risorse per contrastare l’aumento dei prezzi delle bollette. “Non so cosa abbia detto Draghi. Bollette, cartelle esattoriali e flat tax sono sempre queste tre cose quelle che chiediamo”, così il leader del Carroccio, Matteo Salvini, commenta l’esito dell’incontro.

“La delegazione della Lega – si legge invece in una nota del partito salviniano – ha espresso al presidente del Consiglio Mario Draghi forte preoccupazione per il caro-bollette, che rischia di ridimensionare i vantaggi del taglio delle tasse. Suggerendo di intervenire recuperando risorse dalla riforma del Reddito di cittadinanza. L’obiettivo della Lega è aiutare in modo concreto famiglie e imprese. Mantenendo il sussidio solo per alcune categorie ben precisate”.

La delegazione del Carroccio “ha anche sottolineato la necessità di intervenire a vantaggio di alcuni settori come quello dell’automotive. Senza dimenticare la necessità di destinare più risorse possibili alle persone con disabilità che hanno particolarmente sofferto le conseguenze della crisi Covid. Tra le altre cose, la Lega ha rimarcato l’esigenza di snellire la burocrazia. Prevedere la rottamazione delle cartelle esattoriali. Rafforzare la Flat Tax al 15% alzandola a 100mila euro”, conclude il comunicato.

Potrebbe interessarti anche: Niente reddito di cittadinanza ai No vax senza green pass