Social

Caso Sagan, la sparata di Borghi infiamma il web: “I dati non li ho, però…”

Il caso Sagan sta facendo molto discutere il mondo del ciclismo. Il campione slovacco Peter Sagan ha infatti stupito tutti durante l’ultima conferenza stampa ammettendo che i suoi deludenti risultati sportivi sono dovuti al fatto che si sente sempre stanco. Sagan ha aggiunto di dover ancora capire da cosa dipenda questo continuo senso di spossatezza. Ma sulla notizia si getta come un rapace Claudio Borghi. Con un post pubblicato su Twitter, il deputato leghista lascia intendere che i problemi del ciclista potrebbero essere legati alla vaccinazione Covid. Una teoria ‘complottista’ che fa esplodere i social. A complicare le cose è anche il mistero se Sagan si sia vaccinato o meno. Sicuramente ha avuto due volte il Covid. Borghi sostiene che si sia poi vaccinato nel novembre del 2021. Ma molti sostengono il contrario.

Peter Sagan

“Non sto bene, mi sento sempre stanco e ora bisogna capire il perché. Pure nella vita quotidiana, (questa stanchezza) non mi sta abbandonando”, dichiara Peter Sagan in conferenza stampa lasciando tutti di sasso. Il corridore slovacco si è ritirato nel corso della seconda tappa del Circuito de la Sarthe. Pochi giorni prima era stato costretto a saltare anche il Giro delle Fiandre, e ora pure la Parigi-Roubaix di domenica prossima è a rischio.

A preoccupare gli addetti ai lavori è anche il fatto che altri ciclisti come gli italiani Sonny Colbrelli e Vincenzo Nibali siano incappati ultimamente in problemi più o meno gravi. “Ci stiamo misurando quotidianamente con conseguenze inattese. – dichiara il dottor Emilio Magni, responsabile sanitario della Astana, la squadra kazaka di Nibali – Al momento se ne sa ancora troppo poco per dare delle risposte. Stiamo raccogliendo dati. Quello che ci preoccupa è che i ragazzi si ammalano facilmente e, soprattutto, faticano a recuperare”.

A scatenare però i complottisti no vax sui social è un cinguettio di Claudio Borghi. “I dati non li ho, però supponiamo che emerga che questa debolezza del sistema immunitario sia dovuta alla vaccinazione Covid. Lo sapete che verrebbe fuori il più grande processo del millennio?”, scrive il fedelissimo di Matteo Salvini. Una affermazione che i suo avversari politici considerano totalmente infondata e priva di basi scientifiche. Una grave provocazione insomma.

Potrebbe interessarti anche: Rissa nella Lega sul vaccino: “Borghi è una sciagura”