Esteri

L’appello disperato del piccolo afgano a Messi: “Ho paura dei talebani. Salvami”

Da quando l’Afghanistan è caduto nelle mani dei talebani la vita lì si è fatta durissima. La popolazione vive in un continuo stato di tensione in cui nessuno è escluso, neanche i più piccoli. Come il piccolo Murtaza Ahmadi, giovane fan dell’ex blaugrana. Nel 2016 la sua storia aveva commosso il mondo. Le immagini del bimbo afgano, tifoso di Lionel Messi, che indossava una busta di plastica a righe bianche e azzurre alimentò il tam tam della solidarietà. Troppo povero per permettersi una maglietta, sia pure non originale, dell’Argentina e del suo idolo: suo padre ritagliò un sacchetto a misura e con un pennarello scrisse il nome e il numero del Dieci sudamericano. Nel 2016 le sue foto arrivarono fino al cuore della Pulce che realizzò il suo sogno: gli regalò una divisa vera dell’Albilceleste (con tanto di autografo e dedica personalizzata) e qualche tempo dopo lo accolse in campo in occasione di un match amichevole del Barcellona.

Oggi il piccolo Murtaza ha 10 anni e tanta paura dei talebani. Così come fece 5 anni fa, il ragazzino ha pensato di chiedere di nuovo aiuto al suo idolo. “Sono intrappolato in casa e non posso uscire – le sue parole alla Efe poi diffuse da vari altri media – perché ho molta paura dei talebani. Ti prego, salvami da questa situazione. Voglio giocare a calcio e farlo in pace, in un luogo sicuro. A volte di notte sogno che stanno arrivando i talebani, bussano alla porta e mi urlano contro”.

La vita di Murtaza si è trasformata in un continuo nascondersi: vive rintanato costantemente in casa assieme alla famiglia a Kabul dove si è rifugiato scappando dal villaggio natale nella provincia meridionale di Ghazni e dagli attacchi delle milizie del gruppo jihadista dello Stato Islamico. Ora non resta che sperare che l’appello di Murtaza a Messi riesca a strappare il piccolo tifoso dalle mani dei talebani.

Ti potrebbe interessare anche: Da ministro in Afghanistan a fattorino in Germania: la storia di Sayed Saadat