Guide

Latte italiano contaminato da antibiotici, cortisonici e antinfiammatori: un marchio su due a rischio, ecco quali

A colazione o prima di dormire, sono moltissime le persone che hanno come abitudine quella di bere una tazza di latte. Quello italiano poi viene descritto come un prodotto naturale e genuino, ma sarà davvero così? Secondo un nuovo test svolto dalla rivista Il Salvagente, la verità non è proprio quella che in molti credono, visto che dai risultati più della metà del latte in commercio in Italia è “contaminato da antibiotici e altri tipi di farmaci. La rivista ha esaminato 21 confezioni di latte fresco e a lunga conservazione Uht di alcuni tra i marchi più famosi commercializzati in Italia, come Parmalat, Granarolo, Coop, Conad, Lidl, Esselunga e Carrefour”.

I biologi hanno scoperto che in oltre il 50%% dei casi (12 su 21) sono state rilevate tracce di farmaci. Le più frequenti sono desametasone (un cortisonico), neloxicam (antinfiammatorio) e amoxicillina (un antibiotico), in concentrazioni tra 0,022 mcg/kg e 1,80 mcg/kg. Si tratta di prodotti che vengono somministrati alle mucche da latte per curare le mastiti, cioè infezioni alle mammelle. Grazie ad un nuovo metodo messo a punto dall’Università Federico II di Napoli e da quella di Valencia, in grado di scoprire contenuti anche minimi, si sono riuscite a scovare le tracce di medicinali nel latte contaminato.

Secondo il direttore della rivista Riccardo Quintili, la presenza di farmaci non deve suscitare allarmismi, visto che sembrerebbe in regola con i limiti di legge. L’intento de Il Salvagente – ha spiegato il giornalista – è semplicemente quello di fare chiarezza.”Queste analisi non vogliono essere una penalizzazione alle aziende nelle cui confezioni abbiamo trovato residui di farmaci”, ha spiegato Quintilli.

Lo studio ha rivelato che l’unico latte in cui è stata trovata contemporaneamente la presenza di tutti e tre i farmaci è il latte fresco Lidl mentre altri quattro marchi (Ricca Fonte, Esselunga fresco, Carrefour fresco e Parmalat Zymil fresco), hanno presentato tracce di due farmaci e infine, altri cinque campioni, sono risultati positivi ad un solo farmaco.

 

Ti potrebbe interessare anche: Siria, il papà che inventa giochi per non far spaventare la figlia sotto le bombe