Interni

Le due facce di Salvini: in Italia guarda a Berlusconi, in Europa a Orban/Le Pen

In Italia Matteo Salvini continua a insistere sull’idea di una possibile fusione con Forza Italia, la parte più moderata del blocco di centrodestra, come arma di difesa dall’assalto di Giorgia Meloni alla leadership della coalizione. In Europa, però, la musica suonata dal leader della Lega è tutt’altra: i punti di riferimento restano i vari Viktor Orban e Marine Le Pen, e pazienza se qualche elettore dello stesso Carroccio potrebbe iniziare a provare un po’ di disorientamento.

Le due facce di Salvini: in Italia guarda a Berlusconi, in Europa a Orban/Le Pen

Salvini, come rivelato dall’Huffington Post, avrebbe spiegato ai suoi di essere al lavoro per creare un nuovo gruppo all’Europarlamento con “il meglio del Ppe, del gruppo sovranista Identità e Democrazia”, del quale fa al momento parte la Lega, e “del gruppo dei Conservatori”, in cui è collocata invece Fratelli D’Italia con Giorgia Meloni presidente dei Conservatori europei. Il tutto nonostante a partire dall’addio di Orban al Ppe, con il premier ungherese e Salvini che si sarebbero incontrati poco dopo a Budapest.

Un’unione sovranista, insomma, che non era riuscita una prima volta nel 2019 e sulla quale però Salvini sembra voler insistere, nonostante alcune incognite non sembrano ancora superate. Anche perché nel 2022 sarà la volta del ritorno al voto sia in Ungheria che in Francia e non è detto che, per gli alleati del leghista, arrivino buone notizie: Orban combatte contro sondaggi che danno il suo Fidesz più o meno alla pari con la coalizione di partiti che lo sfiderà (i sondaggi parlano di un testa a testa 49-48%), mentre Le Pen sembra in ascesa, decisa a sfidare La Republique en marche di Macron in vista delle presidenziali.

Non è un caso se Salvini sta guardando più a Marine Le Pen, nelle ultime settimane, che a Orban, sperando di poter eventualmente salire sul carro del vincitore. E confermando il suo trasformismo: strizza l’occhio a Berlusconi e alla destra da una parte, guarda ai sovranisti europei dall’altra. Non sapendo forse nemmeno più lui dove muoversi con sicurezza.

Ti potrebbe interessare anche: Assessora della Lega: “Mio figlio con lo smalto? Lo caccerei di casa”. E Fedez la zittisce