Social

Scanzi contro Calenda, guerra di insulti social: “Sei di dimensioni assolute”

Carlo Calenda è quasi quotidianamente protagonista di talk show e trasmissioni televisive. Il leader di Azione non si risparmia di certo. E non fugge nemmeno dai continui battibecchi con gli altri ospiti. Uno degli ultimi casi si è registrato durante L’aria che tira, in onda su La7 e condotto da Myrta Merlino. Qui l’esponente del M5S, Dino Giarrusso, reagisce in modo scomposto alle offese di Calenda: “Ho visto foto di lui con una pancia orrenda”. Denigrazione del suo aspetto fisico a cui si accoda anche il giornalista Andrea Scanzi. Scontro social inevitabile.

Scanzi offende Calenda

“Il tenero Calenda è davvero un personaggio politicamente tragicomico di dimensioni (in tutti i sensi) assolute. – attacca Scanzi su Facebook facendo riferimento alla taglia corporea del suo avversario – Verbalmente aggressivo, naturalmente coatto, sistematicamente umorale, parla sempre dall’alto di non so cosa sebbene abbia meno voti di Ugo Intini. Ora il tizio che sussurrava ai cigni e prendeva schiaffi da Martelli si è messo a porre veti: sì a Pd, Renzi e Berlusconi, no a Conte. E lo dice ‘forte’ di un 2/3% nazionale stitico che non cresce mai, sebbene il soggetto viva in tivù”.

“È meraviglioso: questo non ha voti e ha perso anche da solo, ma detta le condizioni. – affonda ancora il colpo Scanzi – Oh, Calenda, tanto per capirsi: ma tu, esattamente, chi cazxo sei? Vai a collezionare rosticciane di terza mano a Ciggiano, dai, che sei quasi più politicamente ridicolo del Poro Asciugamano. E continua a specchiarti nelle parole che ti ha dedicato Martelli: ‘Calenda resta il cortigiano cafone che è sempre stato. Chi lo conosce lo evita’”, conclude il giornalista.

“Scanzi, Insulti personali e bullismi scomposti. – replica piccato Calenda su Twitter – E qualsiasi cosa facciano o dicano: grasso, cesso etc, sono il 70% dell’informazione ospitata in TV e il 90% della 7. Va bene così? La7 è una cosa responsabile? Se lo avessero fatto a una donna continuereste ad invitarli?”.

Potrebbe interessarti anche: Cartabianca, Scanzi e Bassetti divisi dal green pass

Torna su