People

Riley a 10 anni malato di leucemia sconfigge il coronavirus: “Ora vincerò anche il cancro”

Riley Duckworth è un bambino di 10 anni dell’Arkansas (Stati Uniti), che solo qualche mese fa ha scoperto di avere la leucemia. Mentre però che il piccolo Riley combatteva la sua battaglia per la vita, è arrivata anche la tragica scoperta di essere positivo anche al Coronavirus. Viste le sue delicate condizioni di salute è stato costretto ad interrompere la chemioterapia e al ricovero in ospedale dove insieme al padre è stato isolato in una stanza dove hanno passato il tempo guardando la tv e giocando ai videogiochi. Finalmente dopo diverse settimane è arrivata una buona notizia: Riley non è più positivo al virus e potrà uscire dall’ospedale. “Accogliamo al meglio che possiamo le notizie che ci arrivano – aveva detto il papà di Riley, Jeremy, alla stampa locale -. Sappiamo che andrà meglio, ma di certo ripeterlo non renderà le cose più facili”.

Era il 16 aprile scorso quando a Riley gli era stata diagnosticata l’infezione causata dal nuovo virus. Il bambino aveva scoperto di essere malato di leucemia solo qualche mese prima, dopo che i suoi genitori avevano notato che mostrava delle difficoltà mentre giocava con gli amici. “Le persone al parco giochi mi prendevano in giro perché ero molto lento e mi stancavo in fretta”, aveva spiegato il bambino. Così i genitori lo hanno portato dal medico e hanno scoperto che la causa della stanchezza era una terribile malattia: la leucemia. Poco dopo è arrivata la diagnosi di Covid-19 che ha costretto il piccolo ad interrompere le chemioterapie.
Dalla metà di aprile è stato in isolamento con il padre in una stanza dell’ospedale di Springdale, dalla quale non sono usciti neanche per prendere del cibo. Hanno trascorso il tempo guardando la tv e giocando ai videogames, ma Riley non ha mai perso la speranza di tornare alla normalità. “Vorrei tanto andare a fare un campeggio con la mia famiglia”, aveva detto. E chissà che a breve, dato che ha ricevuto la notizia della negatività al Coronavirus, non riuscirà a realizzare il suo sogno. “Ora posso tornare a concentrarmi sul cancro e a sconfiggere anche lui”, ha commentato infine il bambino.
Ti potrebbe interessare anche: Coronavirus, la storia di Luke Schreiber: il piccolo di 2 anni ricoverato da un mese con 40° di febbre