Mass Media

Piazzapulita, Ciocca telefona a Formigli: la lite in diretta

Tensione alle stelle a Piazzapulita dopo la messa in onda della seconda parte dell’inchiesta di Fanpge ‘Lobby nera”. Ad essere chiamato in causa dal servizio, tra gli altri, c’è anche l’europarlamentare della Lega Angelo Ciocca. Il politico avrebbe intrattenuto rapporti ambigui con l’estrema destra e sarebbe molto vicino a Roberto Jonghi Lavarini, il famigerato ‘barone nero’ già protagonista della prima parte dell’inchiesta. Ciocca respinge le accuse al mittente decidendo di telefonare in diretta a Corrado Formigli. E tra i due volano gli stracci.

Corrado Formigli, conduttore di Piazzapulita

Ciocca risponde alla telefonata fatta in diretta da una collaboratrice di Formigli e viene collegato con lo studio di Piazzapulita. “Male non fare, paura non avere. – esordisce l’europarlamentare – Io domani mattina andrò alla Procura della Repubblica a sporgere denuncia nei confronti di Jonghi Lavarini, qualora quello che ho udito nel filmato sia veramente accaduto. Nel senso che una persona ha commesso un illecito utilizzando il mio nome, io mi sento di dover fare come cittadino una denuncia nei suoi confronti”.

Precisato questo, Ciocca punta il dito contro quella che definisce la “costruzione mediatica” architettata da Fanpage e Piazzapulita che “non fa onore al titolo di giornalisti”. L’europarlamentare spiega il significato delle sue dichiarazioni trasmesse nel servizio Lobby nera. Ma si dilunga troppo e Formigli a quel punto prova ad interromperlo per porgli altre domande sui suoi rapporti con Jonghi Lavarini. Ciocca protesta ma conferma la sua disponibilità a fasi intervistare in trasmissione il prima possibile.

“Ma lei cosa ci sta a fare con gente come Jonghi?”, insiste però il conduttore di Piazzapulita. Ciocca da parte sua ripete le sue ragioni, ma Formigli non lo lascia finire. “Ascolti non la stiamo tagliando”, dice. “Io le ho dato la mia disponibilità e lei la tratta male questa disponibilità”, perde allora la pazienza il suo ospite telefonico. Poi ribadisce la sua disponibilità a recarsi in trasmissione. Ma la tensione con Formigli non si allenta. “Lei non vuole rispondere a una domanda, aspetti un attimo perché ha parlato ininterrottamente”, lo bacchetta il conduttore. Dialogo tra sordi.

Potrebbe interessarti anche: Crosetto sbotta a Piazzapulita: “Se fossi la Meloni vi denuncerei”