Mass Media

Non è l’Arena, Telese accusa Bobrovsky: “Come fai a dire che non muoiono i bambini?”

Alexey Bobrovsky protagonista dell’ultima puntata di Non è l’Arena. Il giornalista russo difende di fronte a Massimo Giletti le sue tesi sulla guerra in Ucraina che, secondo il conduttore, sono ai limiti del negazionismo, soprattutto sul tema dei morti tra i civili, bambini in particolare. Argomento sul quale si mostra molto sensibile anche il giornalista Luca Telese, ospite in studio, che si scaglia con foga contro il collega russo.

Luca Telese e Alexey Bobrovsky

Massimo Giletti incalza il suo ospite affermando che “i morti in Ucraina ci sono. Voi dite che non avete ammazzato i bambini. E allora gli ucraini si saranno ammazzati i loro figli. Però questa è la sua posizione. Ognuno risponde a se stesso e alla propria coscienza. Io i morti andando in Ucraina li ho visti con i miei occhi. Punto. Ho visto con i miei occhi soldati russi molto giovani morti. E credo che se un Paese entra con i carri armati in un altro Paese, non può avere ragione per nessun motivo le questioni si risolvono in modo diplomatico”, il conduttore di Non è l’Arena bacchetta così Bobrovsky.

A quel punto interviene anche Luca Telese che domanda polemicamente al suo collega russo: “Come fa a dire che non muoiono bambini? Questa è una negazione illogica, assurda. Si tirano dei missili sulle città. Si colpiscono migliaia di obiettivi collaterali. Ma come fa a negare che ci siano dei morti bambini, dei morti anziani, dei morti innocenti, dei morti che sono finiti sotto il fuoco di questa guerra scatenata dai russi. Io questo non riesco a capirlo. Lei dovrebbe almeno ammettere che questo è accaduto”.

“Io non ho detto che non muoiono bambini. – replica allora Bobrovsky – Ho detto che i russi non ammazzano i bambini. Quelli russi vengono uccisi nel Donbass dove c’è una via chiamata ‘Via degli angeli’. Tantissimi bambini sono stati ammazzati dagli ucraini nel Donbass”, dove il giornalista invita Telese ad andare in visita. “Non nego che siano morti bambini nel Donbass. – contrattacca il giornalista italiano – Non capisco come lei fa a negare che sono morti anche dei bambini ucraini uccisi per effetto dell’attacco dell’esercito russo”. Ma tra i due l’incomunicabilità resta totale. “Nessuno ha fornito un documento che dimostri che i nostri militari ammazzano bambini. Invece sappiamo che gli ucraini lo fanno”, tiene infatti il punto Bobrovsky.

Potrebbe interessarti anche: Non è l’Arena, Giletti contro il giornalista russo: “Essere preso per il c… non mi va”

Torna su