Esteri

Macron e l’Europa che verrà: la sua lettera aperta ai cittadini europei, per una nuova Rinascita ma senza il trattato di Shengen

È arrivato il tempo di un nuovo “Rinascimento Europeo”. Il presidente francese Emmanuel Macron con una lettera aperta ai cittadini europei tradotta in 22 lingue e diffusa sui più importanti quotidiani di diversi Paesi, ha lanciato una serie di proposte per l’avvenire del vecchio continente tra cui la revisione totale dello spazio Schengen, per ripristinare la libertà in sicurezza. Il trattato Schengen, un patto siglato nel 1985, permette ad oggi la libera circolazione per tutti i cittadini dell’Ue eliminando le barriere doganali. Il presidente francese ha parlato di una “Roadmap per un Rinascimento europeo” al fine di ristabilire la libertà in sicurezza, in “un’ Europa che non è mai stata così necessaria dalla Seconda Guerra Mondiale e non è mai stata così in pericolo”. Tra le soluzioni proposte da Macron, la creazione di una polizia di frontiera comune e un ufficio europeo dell’asilo, obblighi rigorosi di controllo, una solidarietà europea alla quale ogni Paese contribuisce sotto l’autorità di un Consiglio europeo di sicurezza interna.
macron-provvedimenti-su-pensioniBrexit, il simbolo della crisi europea
La lettera è stata suddivisa in tre paragrafi principali: “Difendere la nostra libertà”, “Proteggere il nostro continente” e “Ritrovare lo spirito del progresso”. Macron ha iniziato affronato il problema della Brexit, definita da lui stesso un “simbolo della crisi dell’Europa che non ha saputo rispondere al bisogno di protezione dei popoli dinanzi ai grandi shock del mondo contemporaneo”, per esternare le proprie preoccupazioni sul futuro dell’Europa. Ma il presidente francese parla anche delle “bugie” e dell'”irresponsabilità” che possono distruggere il continente: “Il ripiegamento nazionalista non propone niente, è un rifiuto senza progetto. E questa trappola minaccia tutta l’Europa”.
Le soluzioni di Macron per l’Europa
Dalla creazione di un Consiglio di sicurezza europeo per la Difesa comune, fino al divieto di finanziamenti stranieri a partiti politici Ue. Oltre alla revisione sul trattato di Schengen, il presidente francese ha annunciato una serie di proposte ai cittadini europei: un patto d’avvenire con l’Africa per “sostenere il suo sviluppo in modo ambizioso e non difensivo”, fatto di investimenti, partenariati universitari, educazione delle giovani donne, ma anche la creazione di una “banca europea per il clima” per finanziare la transizione ecologica in Europa. E ancora una forza sanitaria europea per “rafforzare i controlli” degli alimenti, e una grande conferenza per le riforme europee entro fine anno.Una Conferenza per l’Europa
“Ovunque – ha scritto Macron – i cittadini chiedono di partecipare al cambiamento. Allora, entro fine anno, con i rappresentanti delle istituzioni Ue e gli Stati, creiamo una Conferenza per l’Europa con l’obiettivo di proporre tutti i cambiamenti necessari al nostro progetto politico, senza tabù, neanche la revisione dei trattati”. Quindi l’invito rivolto a tutti i cittadini europei a “tracciare insieme il cammino di un Rinascimento europeo”.

 

Ti potrebbe inetressare anche: Merkel e Macron salutano l’Italia: Manifesto per il rilancio industriale UE senza di noi