Esteri

Clima, Draghi avverte: “Rischiamo conseguenze catastrofiche”

Il pianeta terra rischia “conseguenze catastrofiche”. Non usa mezzi termini Mario Draghi. Il presidente del Consiglio italiano invia un videomessaggio al Forum delle Maggiori Economie sull’Energia e il Clima (Mef). Iniziativa promossa dal presidente Usa Joe Biden. Ed è proprio parlando dei mancati obiettivi raggiunti dall’Accordo sul clima, firmato a Parigi nel 2015, che il premier italiano lancia l’allarme sui cambiamenti climatici.

“Con l’accordo di Parigi ci siamo impegnati a contenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi rispetto ai livelli preindustriali. La maggior parte dei nostri paesi ha rinnovato questo impegno nelle recenti riunioni del G20”, dichiara Draghi nel video. “Tuttavia – aggiunge con tono preoccupato – dobbiamo essere onesti nei confronti di noi stessi: stiamo venendo meno a questa promessa. Se continuiamo con le politiche attuali, raggiungeremo quasi 3 gradi di riscaldamento globale entro la fine del secolo” con “conseguenze catastrofiche”.

Un allarme drammatico, non certo il primo in assoluto, quello lanciato dal premier italiano. “L’ultimo Gruppo intergovernativo dell’Onu sui cambiamenti climatici – prosegue poi Mario Draghi nel suo intervento – ha dichiarato che, per raggiungere” gli obiettivi sul clima che erano stati prefissati a Parigi, “dobbiamo realizzare riduzioni immediate, rapide e significative delle emissioni”.

Insomma, secondo Draghi, “non possiamo semplicemente contare sugli altri. Dobbiamo tutti fare la nostra parte. In ambito Ue, abbiamo fissato obiettivi ambiziosi per ridurre le emissioni e raggiungere la neutralità climatica. Dobbiamo onorare gli impegni presi in materia di clima e, in alcuni casi, essere pronti a prenderne di più audaci”. Per il politico italiano è necessario dunque che ciascuno aumenti i propri sforzi. “Gli effetti dei cambiamenti climatici sono già molto chiari. Negli ultimi 50 anni, il numero di disastri legati ad eventi meteorologici si è quintuplicato”, avverte. L’unica cosa da fare, conclude, è “raggiungere un’intesa comune sulla necessità di ridurre in modo significativo tutte le emissioni di gas a effetto sera, compreso il metano, nel prossimo decennio”.

Potrebbe interessarti anche: Travaglio attacca Draghi: “Obbligo vaccinale era una bufala”