People

Sorpresa Meloni: apre a Conte e spacca la destra: “Pronti a stare al tuo fianco”

A sorpresa Giorgia Meloni apre a Giuseppe Conte. Con un post breve e diretto pubblicato nel pomeriggio sulla sua pagina Facebook, la leader di Fratelli d’Italia manda un chiaro messaggio al premier, all’Europa e anche all’alleato Salvini. “Fratelli d’Italia antepone sempre l’interesse della Nazione a quello della fazione, soprattutto quando il Governo italiano – da chiunque sia guidato – è chiamato ad affrontare difficili sfide internazionali. Nel complesso negoziato europeo sul Recovery Fund abbiamo chiesto in Parlamento al premier Conte di giocare in attacco, perché senza l’Italia non c’è la Ue e non può esserci accordo. Se il Presidente del Consiglio difenderà fino in fondo gli interessi del popolo italiano, sappia che ci troverà al suo fianco”.

Subito si sono scatenati commenti e reazioni. In questa apertura ci sono molti dati positivi e un preciso senso di responsabilità che incoraggerà certamente il premier a proseguire sulla strada della linea dura, quella della “dignità italiana” come ha detto lui stesso. Ma le frasi della Meloni aprono anche – ulteriormente – la frattura a destra. Lo scontro con Salvini ormai è alla luce del sole. Entrambi si stanno giocando la leadership della coalizione di centrodestra e questa mossa di Giorgia creerà certamente un prima e un dopo.

Un azzardo, forse, da parte della leader di Fratelli d’Italia, un test per il suo elettorato che, stando alle prime reazioni, appoggia la sua leader anche in questa circostanza e sposa la linea di apertura a Conte per il negoziato europeo sul Recovery Fund. E ora anche Viktor Orban si è schierato in quella che ormai appare come una partita a due, Italia contro Olanda. Il presidente ungherese, stremato come tutti i 27 Paesi UE da incessanti e inconcludenti ore di trattativa, ha espresso la sua posizione a favore dell’Italia.

L’asse Italia-Ungheria passa per la destra italiana, tanto che anche la Meloni ha inviato il suo grazie a Orban polemizzando con la sinistra. Viktor Orban è apparso molto indignato nei confronti dell’intransigenza olandese durante il Consiglio Europeo. Proprio come l’Italia, che con il presidente del Consiglio Conte sta portando avanti un’aspra battaglia contro Rutte e i Paesi frugali.

 

Ti potrebbe interessare anche: Centrodestra lacerato dalle divisioni interne: così non si vince. Il suicidio politico di Salvini&Co.