Interni

Meloni mette nei guai Speranza: commissione di inchiesta sul Covid

Giorgia Meloni contro Roberto Speranza. Durante il suo discorso programmatico, pronunciato alla Camera dei Deputati martedì scorso, il presidente del Consiglio ha puntato il dito contro quello che ha bollato come il “modello Speranza” nella gestione della pandemia di Covid-19. In pratica il premier ha promesso di voler dar vita ad una commissione di inchiesta che indaghi sul modo in cui è stata condotta la lotta al virus in questi ultimi anni. E le sue promesse si sono trasformate subito in fatti, visto che Fratelli d’Italia ha già depositato una proposta di legge a prima firma Galeazzo Bignami.

Giorgia Meloni e Roberto Speranza

“Qualcosa negli ultimi due anni non ha funzionato e quindi non solo non replicheremo l’approccio adottato dal Conte II e da Draghi, ma faremo chiarezza su quanto avvenuto durante la gestione della crisi pandemica”. Queste le parole pronunciate dalla Meloni alla Camera. Presidente del Consiglio che ha anche puntato il dito contro il cosiddetto “modello Speranza”. E così è molto probabile che la commissione di inchiesta veda davvero la luce, visto che, oltre ai partiti di maggioranza, anche Italia Viva di Matteo Renzi ha firmato la proposta di Bignami.

Si tratterebbe di una commissione bicamerale di Camera e Senato. E, secondo fonti di Fratelli d’Italia rivelate da Il Giornale, “non è escluso che la presidenza possa andare a Italia Viva”. Proprio una brutta notizia dunque per Roberto Speranza, ex ministro della Salute sia del governo Conte II che di quello guidato da Mario Draghi.

“La Commissione d’inchiesta del Covid dovrebbe essere guidata da uno di Fratelli d’Italia non da uno nostro. – dichiara intanto Matteo Renzi – Ho tutto l’interesse ad avere la Commissione ma se devo essere onesto intellettualmente è più giusto che la guidi chi era all’opposizione”. Giorgia Meloni ritiene invece che “l’Italia era drammaticamente e colpevolmente impreparata ad affrontare il virus”. Per questo, nonostante le durissime misure restrittive adottate, si è piazzata “al primo posto in Europa per numero di decessi ogni 100mila abitanti”.

Potrebbe interessarti anche: “Hai paura dei no vax”, l’accusa di Speranza a Meloni sulla gestione del Covid

Torna su