People

Messi costruisce il più grande ospedale d’Europa per la cura del cancro infantile

Lionel Messi è tra i giocatori più forti della storia. Ha vinto sei Palloni d’Oro di tutti, e decine di titoli a livello di squadra con il suo Barcellona. Ma oltre all’aspetto sportivo, c’è anche un altro lato di Messi, meno conosciuto. Nel 2007 ha infatti creato una Fondazione che porta il suo nome, Lionel Messi, impegnata a favore dei malati, soprattutto bambini. Ed è di questi giorni la notizia che la sua Fondazione, con l’impegno diretto del campione argentino, costruirà nel 2020 il più grande centro europeo per la cura del cancro infantile. Sono già oltre 30 i milioni di euro raccolti per dare vita a questo progetto, che vedrà la luce proprio a Barcellona.

Il SJD Pediatric Cancer sorgerà all’interno del complesso ospedaliero Sant Joan de Dèu, e sarà una vera e propria eccellenza nel settore. Come riporta alicanthe.net, “ricerca, cura, assistenza ai piccoli malati che affrontano la partita più importante della loro vita, e che avranno al fianco il supporto di un campione come Lionel Messi. La ‘Pulce’ ha voluto essere in prima fila, mettendo il suo volto nella raccolta fondi con uno slogan che raccoglie il senso di questa importante iniziativa: #Paralosvalientes (per i coraggiosi), è lo slogan con cui la Fondazione Messi si è attivata per raccogliere fondi tra Istituzioni e privati”.

Il fuoriclasse del Barça è stato felice di aver potuto collaborare a questa causa: “È un momento molto felice, è straordinario far parte di questo progetto e vederlo diventare realtà. Ringrazio le persone che hanno collaborato per renderlo possibile, spero che con questo, i bambini possano continuare a combattere questa crudele malattia che è il cancro e noi li possiamo aiutare. Mi sento molto felice per aver potuto collaborare alla realizzazione di questo sogno”.

La direzione sanitaria ha voluto omaggiare Lionel Messi con un video in cui si vede una piramide umana, a simboleggiare lo sforzo collettivo che sta consentendo la realizzazione del Centro. Il gesto finale dei bambini che mettono due dita sotto l’occhio è l’espressione dell’esultanza per la vittoria contro il male. Senz’altro questo è il gol più bello che Messi potesse segnare.

 

Ti potrebbe interessare anche: Il bimbo è senza gambe, lancia un pallone e Cristiano Ronaldo palleggia con lui