Esteri

Regina Elisabetta: le cause che l’hanno portata alla morte

Quali sono state le vere cause che hanno portato alla morte della regina Elisabetta? Sono in molti a chiederselo in queste ore. Sia i semplici sudditi britannici che i mass media di tutto il mondo. La famiglia reale si è limitata a riferire in un telegrafico comunicato che la regina è “deceduta serenamente” nel castello scozzese di Balmoral, dove le era stato prescritto dai medici di restare a riposo. Ma è proprio questa riservatezza a gettare un alone di mistero sulla dipartita della 96enne sovrana del Regno Unito.

La regina Elisabetta II

La cosa che sembra sicura, come ricostruisce il Daily Mail, è che la morte della regina è stata molto rapida. Dunque la sovrana non dovrebbe aver sofferto molto, almeno negli ultimi istanti della sua vita. Un peggioramento talmente veloce delle sue condizioni di salute che non ha permesso al principe William, al fratello Harry e ai principi Edoardo, Andrea e Sopie di giungere in tempo per tributargli un ultimo saluto.

Erano mesi comunque che i malanni della regina Elisabetta si erano acutizzati. Forse anche per colpa della grave forma di Covid che l’aveva colpita e dalla quale non sembrava più essersi ripresa pienamente. E, infatti, durante le celebrazioni del suo Giubileo di Platino si era notato chiaramente che le forze le stavano venendo meno e che non possedeva più la proverbiale energia di un tempo.

A pesare moltissimo sul tracollo delle sue condizioni fisiche potrebbe essere stata inoltre la perdita del caro marito Filippo di Edimburgo, deceduto a quasi 100 anni il 9 aprile 2021. I due erano insieme da quasi 80 anni e il fatto di non ritrovare più accanto a sé la sua dolce metà potrebbe aver rappresentato il colpo finale per lei.

Potrebbe interessarti anche: Morte regina Elisabetta, la profezia di Nostradamus: “Il regno cesserà”

Torna su