Interni

Murelli, la leghista che chiamava i 600 euro “elemosina” salvo poi chiederli

Nervi tesissimi in casa Lega, in attesa che la vicenda dei furbetti del bonus Iva prenda una piega definitiva. Con Matteo Salvini a predicare calma nelle primissime ore, parlando di generiche “sospensioni” per gli eventuali responsabili. E ora sempre più alle strette, pronto a passaggi drastici come l’espulsione dal partito non appena i nomi dei colpevoli saranno ufficiali. Il rischio, altrimenti, è quello di perdere ulteriore terreno nei sondaggi, eventualità nemmeno da tenere in considerazione a poco più di un mese dalle delicatissime elezioni Regionali del 20-21 settembre.

frattempo, mentre il dibattito nel partito è ancora vibrante e ci si chiede se davvero sia inevitabile andare fino in fondo, la rabbia dei sostenitori del Carroccio si è diretta verso Elena Murelli, una delle parlamentari che avrebbe fatto domanda per ricevere il contributo, ottenendolo. Lei, al momento, si trincera dietro un no comment. Ma nel frattempo in rete è tornato a girare un video che la vedeva spiegare, al momento dell’introduzione del bonus da parte del governo Conte: “Ancora piangiamo i nostri morti, ci siamo chiusi in casa tre mesi e abbiamo accettato l’elemosina dei 600 euro”.
Parole arrivate durante un intervento che la Murelli, a nome del proprio gruppo parlamentare, la Lega, aveva effettuato alla Camera durante il dibattito sull’istituzione della giornata della memoria per la vittime da Covid-19 (fissata per il 18 di marzo, la notte delle bare sui camion dell’esercito che sfilavano per Bergamo). La deputata è stata momentaneamente sospesa dal partito insieme al collega Dara proprio per aver chiesto e ottenuto quei soldi messi a disposizione degli italiani. Durante quella giornata, la Murelli aveva attaccato la maggioranza con un “pur di tenervi le poltrone importate il coronavirus” A quel punto il Pd, il Movimento 5 stelle e Leu avevano abbandonato l’Aula. Parole che suonano quanto mai beffarde considerando che quei soldi, ritenuti dalla leghista come elemosina, sia finiti proprio nelle sue tasche.

Giorgia Meloni in costume presa in giro sui social: “Sei photoshoppata”