Europa

Nomina ministro per gli Affari Ue, Salvini sceglie il suo fido Lorenzo Fontana

Salvini si appresta a prendersi un’altra fetta della torta del governo Conte. Chi sarà il nuovo ministro per gli Affari Ue dopo il professore Paolo Savona, che a marzo è stato nominato presidente della Consob? Sembra arrivato il momento di sciogliere il nodo. Stando a quanto appreso da fonti qualificate della maggioranza, il vicepremier e leader della lega Matteo Salvini avrebbe scelto l’attuale ministro della Famiglia Lorenzo Fontana.

Le quotazioni dell’attuale ministro per le Politiche della Famiglia erano già date in salita dopo il tramonto dell’ipotesi Alberto Bagnai, sulla quale peraltro Salvini non si era mai espresso.

Ma ora il leader leghista sembra aver scelto, e la nomina di Lorenzo Fontana, se ci sarà l’ok del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, potrebbe essere formalizzata giovedì 10 luglio in Consiglio dei Ministri. Da marzo ad oggi il Ministero è stato guidato dal premier Conte. “Io ho già proposto al presidente del Consiglio il nome del prossimo ministro per le politiche europee”.

“Visto che l’Europa nuova sta nascendo adesso, noi siamo pronti. Aspetto l’ok”. Lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini parlando con i cronisti a Montecitorio, confermando di aver proposto al premier Giuseppe Conte un nome per la carica di ministro agli Affari Europei.

Stando a fonti di Palazzo Chigi, sembra che in pole per la poltrona di ministro delle politiche europee ci sia, appunto, Lorenzo Fontana. Quanto all’ipotesi di un rimpasto, Salvini ha risposto: “Chiedete ai 5Stelle, c’è l’urgenza, non come Lega, ma come governo italiano, di avere un ministro a Bruxelles, se questo da parte dei 5stelle comporterà altri movimenti non so, a me basta uno”.

L’indicazione del ministro alle Politiche europee spettava comunque alla Lega. Fontana – veronese, di adozione a Bruxelles, dove vivono la moglie e la figlia e dove, dal 2013, ha tessuto la rete di rapporti con i partiti euroscettici – attualmente ricopre l’incarico di ministro della Famiglia e della disabilità. Non è ancora chiaro a chi andrà il suo dicastero, anche se non è escluso che si torni a ricorrere a un interim del presidente del Consiglio. Tanto…

 

Ti potrebbe interessare anche: Frosinone, effetto Salvini: autista picchia immigrato per farlo scendere dal bus