Interni

Obbligo mascherina all’aperto in tutta Italia, Conte: “Stiamo valutando”

Con la curva dei contagi in continuo aumento e l’arrivo della stagione influenzale, l’attenzione sul rispetto delle regole anti-covid è alta. Dopo l’ordinanza firmata in Campania, Sicilia e a partire da oggi anche per la regione Lazio, che prevede l’obbligo di mascherina anche nei luoghi aperti, il Governo insieme al Comitato tecnico scientifico sta valutando se estendere l’obbligo su tutta la Penisola. Un aumento dei contagi era fisiologico, in coincidenza con il ritorno di milioni di studenti a scuola, ma non di questa portata. Con i nuovi casi che superano ogni giorno abbondantemente le mille unità e l’età media dei ricoverati tornata a 50 anni, diventa ancor più decisivo fare la propria parte.


“È stata appena adottata da qualche Regione la decisione di obbligare a indossare mascherine all’aperto: hanno valutato critica la situazione. Siamo in costante aggiornamento con il ministro della Salute e gli esperti del Cts. Torneremo a confrontarci con le Regioni e deliberemo se estendere l’obbligo a tutta Italia. Al momento non abbiamo deliberato nessuna misura in questa direzione”, ha spiegato Giuseppe Conte in conferenza stampa a Bruxelles.
“Siamo in stato di emergenza – ha proseguito Conte – ma non significa che stiamo vivendo un lockdown o che qualcuno sta abusando dei pieni poteri. Semplicemente lo stato di emergenza ci consente di tenere una serie di poteri e facoltà necessari, tenere in piedi la macchina della protezione civile, del commissario straordinario Arcuri, dei soggetti attuatori, la struttura temporanea per i malati, reclutare la task force di personale medico. Questo è il senso della richiesta di una proroga di uno stato di emergenza”.Dunque dalle indiscrezioni che filtrano da Roma e dalle dichiarazioni rilasciate dai componenti del Cts, l’orientamento istituzionale sembrerebbe proprio quello di imporre restrizioni subito, come la mascherina in qualsiasi luogo, per cercare di evitare il disastro francese e spagnolo insieme ad un nuovo lockdown. Le regole anti-covid ormai sono note: distanziamento sociale, niente assembramenti, lavaggio delle mani, mascherina al chiuso, non toccare occhi e labbra, rispettare quarantena e isolamento.

Ti potrebbe interessare anche: L’allarme dagli Usa: “Il coronavirus avrà effetti devastanti su Trump”