Social

Paola Turci critica Roma per aver perso le Olimpiadi. Sommersa da insulti choc

Insultata per aver commentato la notizia dell’assegnazione delle Olimpiadi 2026 a Milano-Cortina, facendo un confronto con Roma e l’emergenza immondizia: ecco cosa è accaduto a Paola Turci. La cantante ha voluto condividere sui social network la propria opinione, mettendo a paragone il capoluogo lombardo e la sua città d’origine.

“A Roma vanno le Olimpiadi della monnezza”, ha scritto l’artista su Twitter suscitando la reazione dei follower. A qualcuno non è bastato il semplice scambio di opinioni: come denunciato dalla cantante tramite un eloquente screenshot, qualche utente è passato alle offese personali.

Un follower ha scritto “i tuoi tweet fanno quasi più schifo delle canzoni che canti”, mentre un altro utente si è rivolto alla Turci dicendo “ma che ha fatto alla faccia? Sniffa la raccolta differenziata dell’umido in piena estate?”.
Il riferimento dell’ultimo offensivo commento è alle cicatrici che l’artista ha riportato a seguito di un drammatico incidente stradale avvenuto nel 1993.

Paola Turci ha condiviso i messaggi degli haters commentando “persone per bene”. Fortunatamente poi sui social si è anche svelata la “faccia buona” del popolo con molte persone che hanno espresso la loro solidarietà e si sono schierati a difesa della cantante e del buon senso.

Paola Turci nel suo nuovo album ha racchiuso le fasi della sua vita, dall’adolescenza alla maturità, passando attraverso le catastrofi che ha affrontato nella vita. In un’intervista a Il Messaggero, Turci racconta il modo in cui è arrivata alla mezza età: “Non riuscivo a vedermi adulta, ma ricordo bene com’ero: ingenua e sognatrice, lo sguardo rivolto con timidezza ai ragazzi carini e la chitarra addosso, sulle scale della casa al mare. Lo strumento era il mio unico giocattolo e mi bastava”.

Il dramma vero è arrivato in un terribile incidente stradale a Bologna in cui ha rischiato la vita. L’artista racconta come, dopo l’incidente, ha iniziato a vedere la vita diversamente: “Basta un inciampo a distruggere un’esistenza. Se recuperi, capisci il miracolo che siamo. Da qui il mio volere volare”.

 

Ti potrebbe interessare anche: Olimpiadi invernali 2026: quanto costeranno e quanto guadagnerà l’Italia