Esteri

Iran: scomparsa Elnaz Rekabi, campionessa di arrampicata in gara senza velo

Elnaz Rekabi è scomparsa nel nulla. C’è apprensione per la campionessa iraniana di arrampicata sportiva. La ragazza ha gareggiato pochi giorni fa nella finale dei Campionati asiatici di Seul, in Corea del Sud. E lo ha fatto senza indossare il velo come gesto di solidarietà nei confronti delle donne iraniane che in questo periodo stanno protestando contro il regime teocratico di Teheran. Da domenica scorsa non si hanno più sue notizie. Per questo qualcuno teme sia accaduto il peggio. Elnaz potrebbe essere stata quasi certamente arrestata.

Elnaz Rekabi è scomparsa

Secondo una fonte citata dalla Bbc persiana, alcuni amici avrebbero provato insistentemente a chiamarla dopo la notizia della sua scomparsa. Ma senza ricevere alcuna risposta. L’emittente britannica riferisce anche di aver provato a contattare il Garden Seul Hotel, l’albergo dove alloggiava la squadra iraniana. La risposta è stata che gli atleti iraniani avevano lasciato l’hotel lunedì mattina, anticipando a quanto pare la partenza prevista inizialmente per mercoledì.

Secondo il sito di opposizione IranWire, curato da giornalisti dissidenti rispetto al regime iraniano, le Guardie rivoluzionarie islamiche avrebbero arrestato Davud Rekabi, fratello di Elnaz Rekabi, per utilizzarlo come ostaggio. Secondo alcune indiscrezioni, la campionessa di arrampicata avrebbe consegnato il suo passaporto e il suo telefono in cambio della promessa della sua incolumità.

Subito dopo però Elnaz Rekabi sarebbe stata trasferita dal Garden Seul Hotel alla sede dell’ambasciata iraniana della città sudcoreana, dove è attualmente tenuta in custodia in attesa di essere messa su un volo per Teheran. È sempre il sito IranWire ad informare che la sua destinazione finale potrebbe essere il carcere di Evin, dove sono detenuti i prigionieri politici che si oppongono al regime degli ayatollah.

Potrebbe interessarti anche: Giulia Salemi in lacrime a Le Iene: il monologo per le donne iraniane

Torna su