Economia

Prestiti, gennaio da record: le richieste sono aumentate del 12%

Per quanto le recenti stime in Italia facciano registrare un calo delle immatricolazioni, i prestiti per acquistare un’auto continuano a crescere. Stesso discorso per altre richieste, sempre legate a generi di necessità (come casa, salute, istruzione), che fanno registrare un incremento complessivo del 12% rispetto all’anno precedente. Un dato che evidenzia una realtà in cui sono sempre di più le famiglie che fanno affidamento ai prestiti: negli ultimi tempi, in Italia, le richieste di credito hanno continuato ad aumentare sia come quantità che come importo medio.

Gli ultimi dati sui prestiti

Gli ultimi dati sui prestiti provengono dalle indagini del CRIF, che evidenziano come sia cambiata anche la fascia di età dei richiedenti: questi ultimi sempre più spesso hanno tra i 45 e i 55 anni e rappresentano più di un quarto del totale, superando la fascia classicamente più dinamica, cioè quella dei 35 – 45enni. E cambia anche la percentuale di richieste per località, che raggiunge le sue punte massime in Trentino e in Liguria, mentre scende in Basilicata e in altre regioni del Sud Italia. Cresce di quasi un 3% anche l’importo richiesto, con una cifra che si assesta in media intorno ai 14.400 euro, ed appare sempre più evidente che le ragioni di tale aumento non sono da attribuire solo alle necessità familiari, ma anche alla rivoluzione che hanno vissuto prestiti e tassi. In questo senso vanno molto bene i finanziamenti a tasso “0”, messi in opera dalla Grande Distribuzione per incentivare l’acquisto di beni di consumo. Una gestione dei prestiti che, come fa presente Andrea Bordigone di Facile.it, sta andando verso una vera e propria rivoluzione, con un tasso che, in alcune occasioni, è diventato addirittura negativo per chi ha chiesto un prestito online.

prestiti-online

Leggi anche: Il noleggio a lungo termine conviene alle aziende: ecco perché

Il fenomeno dei prestiti online

Un fenomeno che sta prendendo sempre più piede per varie ragioni molto convenienti e non a caso, negli ultimi tempi, le società che offrono la possibilità di ottenere prestiti online (come Younited Credit, ad esempio) sono andate moltiplicandosi. E si sono moltiplicati anche gli strumenti e le possibilità per gli utenti: una di queste è rappresentata proprio il tasso zero, che toglie al consumatore ogni debito aggiuntivo, e lo incentiva a chiedere soldi per poterli spendere in beni di consumo, anche di prima necessità (verso i quali magari fino a quel momento aveva preferito aspettare). Sono prestiti di entità medio-piccola, creati proprio per affrontare le spese meno ingenti, e concessi con un periodo di resa molto breve, uno o due anni massimo. Finanziamenti al consumo che, però, è possibile richiedere solo su Internet, anche se oggi chiunque voglia accedervi è facilitato dal fatto che ci sono molte piattaforme nuove, dove è possibile svolgere tutte le operazioni per i prestiti online. La stessa Younited Credit, tra l’altro, qualche tempo fa aveva anche introdotto la possibilità di richiedere un prestito a tasso negativo. Un esperimento che dimostra come questo settore sia in continuo fermento, con nuove idee e nuovi sistemi che sembrano incontrare sempre di più il favore di chi chiede prestiti.