Interni

Prima il No, poi il sì: sulla Rousseau cambia l’ordine delle scelte rispetto al voto pro Salvini

Come è ormai noto, a breve i 115.372 aventi diritto al voto su Rousseau saranno chiamati dalle 9 alle 18 a esprimere il proprio voto sull’alleanza con il Pd per un nuovo governo guidato da Giuseppe Conte.


Il quesito a cui potranno rispondere gli iscritti è: “Sei d’accordo che il MoVimento 5 Stelle faccia partire un Governo, insieme al Partito Democratico, presieduto da Giuseppe Conte?”. La domanda si presenta ben più esplicita di quanto è successo il 18 maggio 2018, quando il quesito che avrebbe portato al governo con Matteo Salvini, non citava esplicitamente la Lega, ma chiedeva solo l’approvazione del “contratto del governo del cambiamento”.
C’è però un altro dettaglio interessante. Secondo quanto potuto verificare da Repubblica, il quesito, che è già pubblicato sulla piattaforma Rousseau, offre agli iscritti due risposte. Il bottone del “No” è il primo ad apparire, sopra a quello del “Sì”. Lo scorso anno, in occasione del governo con la Lega, il “Sì” veniva prima del “No”.La collocazione delle due risposte, dopo la segnalazione di Repubblica.it,  è stata invertita nel pomeriggio.

Grillo, altra stoccata a Di Maio: “Incapace a cogliere il cambiamento nel mondo”