interior-design

Realtà aumentata, l’interior design è a prova di App

Arredare la casa può essere divertente ma allo stesso tempo faticoso. Spesso, nonostante un grande sforzo di immaginazione, non riusciamo a renderci conto di come sarà il risultato finale e siamo indecisi se comprare o meno un oggetto oppure eliminare un mobile.
In aiuto arriva la tecnologia, in grado di facilitare le nostre azioni e i nostri progetti. Grazie alla realtà aumentata possiamo divertirci a stravolgere la nostra casa senza la fatica di spostare niente. Basta uno smartphone e un’App gratuita, e il gioco è fatto.

Leggi anche: La realtà virtuale, un clamoroso flop o il business del futuro?

italianway-startupSayduck

Le app di nuova generazione Archiproducts e Sayduck rappresentano una vera e propria rivoluzione nel modo di arredare grazie all’App di Augumented Reality basato sulla nuova tecnologica Arkit di Apple.

Un nuovo modo di arredare e di concepire l’arredamento, il tutto comodamente dal divano di casa propria. Si possono comporre infinite variazioni semplicemente sfruttando la nuova tecnologia che si serve della Realtà Aumentata. Ma di cosa si tratta?

La realtà aumentata è in breve l’arricchimento tecnologico della percezione di ciò che ci circonda. Si basa tutta sulle informazioni elettroniche, e sarebbe impossibile sfruttando solo i cinque sensi. Cosa si può fare?

Attraverso l’app è possibile scegliere oltre 5000 prodotti presenti sul mercato. Tutti questi oggetti di design sono disponibili e acquistabili in rete. Non si tratta di semplici pezzi d’arredamento a basso costo, ma sono presenti i migliori oggetti dei marchi più famosi del settore: da Flos a Fontana Arte, da Louis Poulsen a Normann Copenhagen (Scandinavian Design Furniture)

Archiproducts, già, nel 2015, aveva investito in modo molto lungimirante in Sayduck, la start up anglo finlandese che ha saputo creare la realtà aumentata per visualizzare oggetti virtuali, tutto tramite un’app dedicata.

Leggi anche: Ovunque intelligenza artificiale. Tra digitale e realtà: ecco cosa accadrà

Ikea Place

Oggi è inoltre disponibile anche Ikea Place. Funziona come Sayduck: tramite l’app si scatta la foto e si mettono oggetti di design nell’ambiente. Ovviamente Ikea offre la disponibilità di oggetti da scegliere esclusivamente sul proprio catalogo, mentre Sayduck dà la possibilità di farlo prendendo oggetti di design da più noti marchi del settore.

Come funzionano le app?

Il funzionamento è semplice ed intuitivo, dopo aver scaricato l’app bisogna scegliere il prodotto, cliccare sul tasto try out e inserirlo nell’ambiente.

Enzo Maiorano, co-founder e Art Director di Archiproducts, commenta così la propria innovazione:  Utilizzare la Realtà Aumentata rende più semplice scegliere l’arredamento per la casa, per l’ufficio e persino per strutture pubbliche e locali commerciali, ridefinendo l’esperienza di acquisto online. È possibile “provare” complementi d’arredo firmati dai migliori brand e designer che vendono su Archiproducts, sfruttando la precisione di ARKit, che permette addirittura di vedere in maniera definita la trama dei tessuti e l’effetto di luci e ombre sui mobili”.

La tecnologia è in grado non solo di aumentare le nostre possibilità nella vita di tutti i giorni, compreso il modo di arredare casa. 

CONDIVIDI
Roberta Montella
Leggere le piace, scrivere ancor di più. Dopo due Università, un Master e numerose redazioni, è Content Editor di Business.it, un portale che esprime tutta la sua curiosità per i nuovi media e l’innovazione tecnologica. Adora il cinema, odia la superficialità. Usa la tastiera come tappeto magico per esplorare a fondo l’intero mondo digitale.