Esteri

Elisabetta II è grave, l’arcivescovo di Canterbury: “Preghiamo per lei”

La notizia dell’aggravamento delle condizioni di salute della Regina Elisabetta II sta mandando in fibrillazione i mass media di tutto il mondo. A lanciare per primo la bomba è stato proprio Buckhingam Palace che, in maniera abbastanza insolita, ha pubblicato un comunicato in cui si riportano le preoccupazioni dei medici che hanno in cura la Regina 96enne. Al suo capezzale sono già accorsi il figlio Carlo, con la seconda moglie Camilla, e anche William, figlio primogenito del suo primo matrimonio con Lady Diana. Ma a mettere in allarme sono anche le parole pronunciate dall’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby.

Britain’s Queen Elizabeth leaves after the State Opening of Parliament, at the Palace of Westminster, London in this May 8, 2013 file photo. The Queen is expected to become the longest serving British monarch on September 9, 2015. She will pass the record set by her great-great-grandmother Queen Victoria with more than 63 years on the throne. REUTERS/Dan Kitwood/Pool

“A seguito di un’ulteriore valutazione questa mattina, i medici della Regina sono preoccupati per la salute di Sua Maestà e le hanno raccomandato di rimanere sotto controllo medico. La Regina resta a Balmoral”, si legge nella nota ufficiale diffusa dai medici che hanno in cura la Regina Elisabetta che sta facendo preoccupare mezzo mondo.

“L’intero Paese è profondamente preoccupato dalle notizie che arrivano oggi da Buckingham Palace. – scrive la neo premier Liz Truss in un comunicato, nominata proprio ieri dalla Regina in persona – I miei pensieri, e quelli delle persone in tutto il Regno Unito, sono con Sua Maestà la Regina e la sua famiglia in questo momento”.

Drammatiche anche le parole dell’arcivescovo di Canterbury, massimo dignitario della Chiesa anglicana di cui la Regina Elisabetta è il capo. “Le mie preghiere e le preghiere di tutto il popolo della Chiesa d’Inghilterra e della nazione siano oggi per la regina. – scrive Welby su Twitter – Possa la presenza di Dio dare forza e conforto a Sua Maestà, alla sua famiglia e coloro che l’hanno in cura a Balmora”, conclude il sacerdote.

Potrebbe interessarti anche: Regina Elisabetta, Gran Bretagna in allarme: “Preoccupati per la sua salute”

Torna su