Interni

Governo, rivolta contro Berlusconi: “Un povero rimbambito”

Pace fatta tra Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi dopo il faccia a faccia di via della Scrofa? Ma neanche per sogno. O almeno, così raccontano tutti i numerosi retroscena giornalistici che stanno spuntando come funghi in queste ore. Alla vigilia dell’inizio delle consultazioni da parte del presidente della Repubblica per la formazione del nuovo governo, la tensione tra Fratelli d’Italia e Forza Italia si taglia con il coltello. E volano parole grosse contro il Cavaliere.

Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni

Ad avere il dente avvelenato contro Berlusconi sono soprattutto gli esponenti di Fratelli d’Italia che non si aspettavano una resistenza così strenua del leader forzista sui nomi del nuovo governo. Una volta dovuta ingoiare l’esclusione di Licia Ronzulli dall’esecutivo, ordinata da Giorgia Meloni in persona, l’ex premier vorrebbe vendicarsi imponendo il nome di Maria Elisabetta Alberti Casellati al ministero della Giustizia al posto di Carlo Nordio.

Ma l’opzione Casellati viene respinta al mittente con gli interessi. Infatti, secondo quanto riporta il Fatto Quotidiano di Marco Travaglio, due importanti dirigenti di FdI si sarebbero espressi con epiteti non certo lusinghieri nei confronti di Berlusconi definendolo “una testa ca*** che in un giorno ha rovinato tutto” e “un povero rimbambito”. Il cavaliere viene inoltre accusato di avere una “concezione padronale della coalizione” dopo le sue parole sul giornalista Mediaset Andrea Giambruno, compagno di Giorgia Meloni.

Su quest’ultimo punto la Meloni sarebbe furiosa. “Cos’è un ricatto? Pensa di minacciarci così? Andrea lavorava a Mediaset prima di conoscerci”, sbotta la leader di Fratelli d’Italia. Anche per questo i meloniani starebbero pensando di farla pagare a Berlusconi negando alla Casellati la poltrona di Guardasigilli. La premier in pectore non ha dunque nessuna intenzione di fare la fine di Gianfranco Fini. “Berlusconi è come lo scorpione con la rana. – avrebbe confidato la Meloni ai suoi secondo il Corriere della Sera – Punge anche se sa che morirà anche lui. Come lo scorpione è fatto così, è più forte di lui”.

Potrebbe interessarti anche: Berlusconi umiliato dalla Meloni: “La signora mi ha riso in faccia”

Torna su