Interni

Roma, il murale al Tufello per Gigi Proietti diventa un caso: polemiche dopo l’annuncio

Un omaggio a Gigi Proietti, il grande comico romano scomparso nei giorni scorsi, che si è però trasformato in una gaffe subito diventata virale in rete. Il Comune di Roma, infatti, ha presentato trionfante l’opera, un murale realizzato nel quartiere del Tufello e che riproduce l’artista con il cappello in testa, la faccia appoggiata sul palmo di una mano, intento a sorridere. Una bellissima immagine, indubbiamente. Peccato però che il progetto sia della Regione.

Il murale, ancora in fase di lavorazione, si trova in via Tonale, al Tufello, il quartiere di Roma dove Proietti è cresciuto. A realizzarlo l’artista Luca Maleonte, che avrà a disposizione per l’occasione “una superficie di 11 metri per 15”. Parole che arrivano dall’annuncio effettuato dal Comune di Roma, con tanto di foto dell’opera, sul profilo ufficiale Instagram di Roma Capitale. Ma nel giro di pochi minuti, la gaffe è venuta a galla.
Il progetto infatti, dettaglio che non è passato inosservato agli utenti italiani, è frutto di una collaborazione tra Regione Lazio, Ater, e As Roma. Nulla c’entra il Campidoglio, che così si è trovato nel mirino degli utenti. “Come fate ad ingannare le cittadine ed i cittadini facendo credere che il merito sia dell’istituzione comunale?!” si legge tra i tanti commenti. Lo stesso artista Luca Maleonte ha notato il tutto, commentando: “Visto anche io il post, incredibile”.Quello al Tufello sarà l’ennesimo omaggio della città a un attore che alla capitale è sempre stato legato. Dal centro storico passando per il Trullo e per il Teatro Brancaccio, tanto caro a Gigi Proietti, gli omaggi all’artista si susseguono giorno dopo giorno, a conferma di un amore destinato a durare per sempre.

Sardegna, il Cts disse no alla riapertura delle discoteche. Ma Solinas ignorò il parere