Giustizia

Ruby ter, chiesti 6 anni per Berlusconi: “Vogliono fermarmi come nel 1994”

Silvio Berlusconi di nuovo protagonista di una vicenda giudiziaria. Il procuratore aggiunto di Milano Tiziana Siciliano e il pm Luca Gaglio hanno infatti chiesto una condanna a 6 anni di reclusione per lui che è imputato per corruzione in atti giudiziari nel processo sul caso Ruby ter. Per Karima El Mahroug, accusata di falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari, sono stati chiesti 5 anni di carcere. La reazione di Berlusconi è furiosa e indignata.

Ruby ter, chiesti 6 anni per Berlusconi

Era sabato scorso quando Silvio Berlusconi, dal palco della Mostra d’Oltremare di Napoli, dichiarava di aver subito “110 processi e 3.656 udienze. Ho dovuto ingaggiare 130 avvocati”. Ma di non avere “alcuno spirito di rivalsa” nei confronti dei giudici. Tempo cinque giorni e il Cavaliere, di fronte alla richiesta dei pm di Milano, è costretto ad aggiustare il tiro.

“C’è chi mi accusa di reati per i quali sono già stato assolto in un altro processo. – questo il suo sfogo riportato da Repubblica – C’è chi è fuori dal tempo e vuole tirarla per le lunghe per evidenti ragioni politiche. Ho sempre aiutato, in totale trasparenza e per tutta la sua vita, persone che ritenevo ne avessero necessità”, rivendica con orgoglio il fondatore di Forza Italia. “È ridicola prima ancora che offensiva l’idea di chiedere sei anni di reclusione per ‘rieducare’ un imprenditore del mio calibro e un uomo politico che è stato per nove anni presidente del Consiglio. E che, soprattutto, ha quasi 86 anni”, aggiunge ancora un amareggiato Berlusconi.

“È un caso?”, si domanda il coordinatore di Fi Antonio Tajani, avanzando il sospetto che la nuova offensiva giudiziaria contro il suo capo sia partita proprio a causa della nuova discesa in campo in vista delle elezioni amministrative prima e politiche tra qualche mese. “Solidarietà al presidente Berlusconi per l’abnorme richiesta arrivata oggi dai pm di Milano. Sono certa che saprà dimostrare ancora una volta la sua estraneità ai fatti che gli vengono contestati”, queste invece le parole del ministro Maria Stella Gelmini, data fino a ieri come sicuramente in uscita da Forza Italia.

Potrebbe interessarti anche: Processo Ruby ter, la pm: “Berlusconi da amico di Putin a grande anziano”

Torna su