Esteri

Salvini si congratula con Orban ma non condanna la strage di Bucha

Le immagini della strage di Bucha compiuta dai russi in Ucraina hanno fatto in poche ore il giro dei social network. Reazioni di condanna e di sdegno unanimi sono giunte da tutto il mondo occidentale. Anche in Italia i diversi esponenti politici non hanno fatto mancare la loro dura condanna di quanto accaduto. Dal premier Mario Draghi al segretario del Pd Enrico Letta, passando per Giuseppe Conte, Giorgia Meloni e Forza Italia, tutte le forze politiche hanno preso posizione. Tutte tranne una: la Lega di Matteo Salvini. Il segretario leghista viene ora accusato di aver trovato il tempo sui social per complimentarsi con il neo rieletto presidente ungherese Viktor Orban, ma non per parlare di Bucha.

Matteo Salvini e Viktor Orban

“Le immagini dei crimini commessi a Bucha e nelle altre aree liberate dall’esercito ucraino lasciano attoniti. – commenta indignato Draghi – La crudeltà dei massacri di civili inermi è spaventosa e insopportabile. Le autorità russe devono cessare subito le ostilità, interrompere le violenze contro i civili, e dovranno rendere conto di quanto accaduto. L’Italia condanna con assoluta fermezza questi orrori ed esprime piena vicinanza e solidarietà all’Ucraina e ai suoi cittadini”.

Enrico Letta, invece, invoca direttamente un embargo totale sull’importazione di gas e petrolio dalla Russia. Il presidente del M5S Conte parla di “immagini orrende, una carneficina che ricorda i tempi più cupi della nostra storia”. “Le fotografie e i video mostrano fosse comuni e corpi in strada con le mani legate. Gli incubi del ‘900 sono tornati in Europa”, commenta il coordinatore di Forza Italia, Antonio Tajani. E persino la Meloni ci tiene a sottolineare che “lasciano senza fiato le immagini dei civili giustiziati per le strade e delle fosse comuni, che arrivano da Bucha dopo il ritiro delle truppe di invasione di Putin. Una barbarie che riemerge dalle epoche più buie della storia europea e che speravamo di non rivedere mai più. Va fatto ogni sforzo per la pace e per fermare l’aggressione all’Ucraina”.

Nel coro dei lamenti per la strage di Bucha manca però la voce di Salvini che invece pensa solo a Orban. “Bravo Viktor! – esulta sui suoi profili social – Da solo contro tutti, attaccato dai sinistri fanatici del pensiero unico, minacciato da chi vorrebbe cancellare le radici giudaico-cristiane dell’Europa, denigrato da chi vorrebbe sradicare i valori legati a famiglia, sicurezza, merito, sviluppo, solidarietà, sovranità e libertà, hai vinto anche stavolta grazie a quello che manca agli altri: l’amore e il consenso della gente. Forza Viktor, onore al libero Popolo ungherese”.

Potrebbe interessarti anche: Salvini si congratula con Orban, Lucarelli: “La prossima foto che gli rinfacceranno”

Torna su