People

Scanzi: “Fossi in Salvini mi vergognerei a uscire di casa. Sarà distrutto per Trump”

Andrea Scanzi, ospite di Lilli Gruber a Otto e Mezzo in onda su La7, non ha risparmiato, come al solito, commenti pungenti su Matteo Salvini. Stavolta il tema del contendere era ovviamente il risultato delle elezioni americane, e così Scanzi ha attaccato: “Salvini ne è uscito distrutto, è stato definito la cheerleader italiana di Trump. Fossi in lui mi vergognerei a uscire di casa ora”. Poi, commentando l’attuale situazione pandemica e la proposta di Salvini di cambiare i vertici del Cts per metterci qualche professionista più “morbido” e amico, Scanzi dice: “Se avessimo avuto Salvini e Meloni al governo avremmo avuto un comitato tecnico scientifico di minimizzatori”.

Poi aggiunge: “Il governo in questa seconda ondata secondo me ha sottovalutato alcune cose, ha sbagliato in Calabria. Ha sbagliato in larga parte l’opposizione, i governatori delle regione, i fenomeni negazionisti, i no-mask, chi si arrabbiava perché richiudevano le discoteche. Ma alla base c’è una consapevolezza che molti italiani non vogliono accettare, anche per questo nel weekend abbiamo visto piazze e mare pieno: molti italiani vogliono negare l’evidenza”.

“Inoltre – continua Scanzi – durante la prima ondata eravamo convinti che fare i bravi fino a maggio ci avrebbe garantito per la seconda ondata. Ora, la sfida sui cento metri è diventata maratona: o capiamo che siamo in guerra, o noi non ne usciamo. La mia più grande paura è che c’è un’emergenza enorme da una parte e dall’altra un paese sfibrato e soprattutto manca la consapevolezza che siamo di fronte a una sfida epocale. Non diciamo che ne usciremo migliori, non sarà così. Non serve a un cavolo dire che andrà tutto bene sui social”, conclude.

Le uscite di Scanzi, però, come al solito hanno diviso. E da destra, immediata, è arrivata la risposta di Vittorio Feltri. Il direttore di Libero non ha gradito le opinioni del giornalista del Fatto Quotidiano e ha voluto esprimerlo, a modo suo, su Twitter, senza troppi giri di parole: “Scanzi ce l’ha a morte con Salvini. Ma che cazzo gliene frega di lui?”, ha cinguettato tranchant.

Ti potrebbe interessare anche: Giorgetti scarica Trump e avverte Salvini: “Se vogliamo governare, dialogo con Biden”