Lifestyle

Snapchat: fatturato cresce con milioni di utenti giornalieri

È il fenomeno del momento, è l’applicazione più nominata dai teenager e anche quella più ricercata su Google dagli utenti “più grandi” che a prima vista, scaricandola, non ne capiscono il funzionamento: stiamo parlando di Snapchat, l’ultima trovata del mondo social, ormai installata sulla (quasi) totalità dei dispositivi appartenenti ai minori di diciannove anni.

Si tratta di un social network, fondato da Bobby Murphy, Evan Spiegel e Reggie Brown. Da qualche mese Snapchat è sulla bocca di tutti: ha superato Twitter grazie ai suoi 187 milioni di utenti giornalieripuò vantare 10 miliardi di visualizzazioni di video quotidiane (circa la stessa cifra di Facebook) e sta rapidamente diventando il social network preferito dai giovanissimi, il target più ambito dal mercato pubblicitario. Ha segnato un enorme balzo nel suo rapporto sugli utili trimestrali, ricapitolando le entrate e la crescita degli utenti nel 2017. Con sorpresa degli investitori, Snap ha riferito che sia la crescita degli utenti che la crescita dei ricavi stanno accelerando. 

snapchat-milioni-utentiPerché si utilizza Snapchat?

La società ha raccolto $ 285,7 milioni, superando le aspettative di $ 252,8 milioni. L’app raggiunge ora 187 milioni di utenti attivi giornalieri, da 178 milioni nell’ultimo trimestre e un aumento del 18% su base annua. Le sue funzioni sono variegate: è possibile chattare in tempo reale con i propri contatti, condividere pubblicamente album di foto o video per un periodo di tempo non superiore alle 24 ore e compiere altre operazioni.

Secondo i dati DRM, il 35% degli utenti di Snapchat lo utilizza proprio perché i contenuti spariscono, permettendo soprattutto ai più giovani di postare liberamente, senza il timore di lasciare tracce dietro di sé. Da non sottovalutare anche il successo dei filtri, gli strumenti che modificano e deformano i “selfie” degli utenti e che hanno ottenuto un’enorme popolarità. 

Sono i giovanissimi, quindi, i protagonisti assoluti su Snapchat. Un aspetto che fa gola alle aziende, che vedono in questo social network lo strumento migliore per interagire con i consumatori di domani e che hanno iniziato a investire in campagne pubblicitarie (tra le più note, Disney, Starbucks, McDonald’s, Gatorade) assoldando alcuni tra gli “snapchatter” più seguiti per creare “storie” (brevi sequenze di video) con protagonisti i diversi marchi. 

Leggi anche: Nasce Social Running: la piattaforma per gli amanti della corsa

Perché il  successo di Snapcht 

Segretezza, intimità, piccoli momenti che svaniscono velocemente: il significato del successo di Snapchat sta tutto in queste poche parole. L’app sviluppata da Evan Spiegel, infatti, è nata per favorire una comunicazione istantanea, in grado di non lasciare alcuna traccia del suo passaggio.

Andare controcorrente – “Nell’era di Internet – scrive Gary Vaynerchuk, esperto di analisi di mercato –  la regola è creare piattaforme nelle quali è possibile salvare qualsiasi cosa: tutto viene immagazzinato e può essere documentato per via digitale. Snapchat è andato nella direzione opposta, adeguandosi alla realtà contemporanea caratterizzata dalla precarietà. Potrebbe addirittura essere paragonata all’avvento della televisione e ai suoi primi 50 anni di vita: le trasmissioni si disperdevano nell’aria e finiva lì”.

“Snapchat – prosegue Gary Vaynerchuk – è stata lanciata in un periodo in cui chiunque pensava di essere un imprenditore capace di lanciare una app di successo. C’era Facebook per mantenere i rapporti con familiari e amici, Instagram per pubblicare le proprie foto, Twitter per una conversazione da cocktail party. Questi tre giganti dominavano il campo, ma si facevano concorrenza l’uno con l’altro in termini di funzionalità e soprattutto di audience. Snapchat è stato in grado di controbilanciare i punti di forza di tutti e tre creando un nuovo social network”. Secondo l’indagine svolta da eMarketer, Twitter avrà 56,8 milioni di utenti negli Stati Uniti quest’anno, e Pinterest avrà 54,6 .Tra quest’anno e il 2020, Snapchat aggiungerà 26,9 milioni di utenti, quasi il doppio rispetto a quello di Twitter e Pinterest .

snapchat-milioni-utenti

Leggi anche: Snapchat lancia un nuovo progetto: produrrà “scripted series”

Snapchat: una nuova forma di marketing

Snapchat rappresenta a tutti gli effetti una nuova forma di marketing, in grado di abbattere ulteriormente quel muro che distanzia l’azienda dai suoi consumatori. Potendo pubblicare solo elementi live dal ciclo di vita di pochi minuti, le aziende hanno la possibilità di raccontarsi con uno storytelling più intimo e umano, favorendo la fidelizzazione dei propri clienti. E proteggendo la propria privacy. Snapchat si autodefinisce una “società della fotocamera” (camera company) in quanto il suo modello di business è fondato sullo scambio di immagini e video che “spariscono” dopo pochi secondi.

Ed è qui che Snapchat sveste i panni di semplice social network, e comincia a ricoprire un ruolo chiave nell’ambito della nuova comunicazione, sempre più immediata e refrattaria alle forme di marketing classico. La possibilità di pubblicare solo foto e video girati sul momento, ed il fatto che essi vengano automaticamente cancellati dopo pochi minuti, ha aperto uno spazio per una nuova forma comunicativa. Che, all’occorrenza, i Millennials possono anche trasformare in innovativa promozione del marchio, come già fatto da aziende del calibro di McDonald’s, Samsung e Taco Bell.

Snapchat quotata in borsa soddisfa Wall Street

Soddisfa le attese degli analisti con i nuovi risultati di bilancio, Snapchat, chiude il quarto trimestre con ricavi in crescita del 72% a 285,7 milioni di dollari, sopra le attese degli analisti che scommettevano su 252,8 milioni di dollari. Meglio delle attese anche le perdite: 13 centesimi per azione contro i 16 centesimi attesi dagli analisti. Risultati che hanno fatto schizzare i titoli della società: +26% subito dopo l’ufficializzazione della trimestrale.

Al centro del successo di questi tre mesi, secondo il CEO Spiegel, avrebbe giocato un ruolo importante il recente redesign attuato sull’app del social: il manager, in una dichiarazione ufficiale, ha spiegato che le Storie degli Editori su Discover sono aumentate del 40% rispetto alla vecchia versione, e che tutte le principali metriche sugli utenti di più di 35 anni sono cresciute a dismisura, segno che la semplificazione della navigazione sta dando i suoi frutti. Il restyling è stato pensato per rendere la piattaforma più facile da utilizzare ampliando così a target più “adulti” il pubblico inzialmente giovane del social.

Il business pubblicitario di Snapchat nel Q4 2017

Positive performance anche per la pubblicità. Il passaggio del business adv verso modalità automatizzate in programmatic hanno contribuito ad aumentare sensibilmente il numero di annunci erogati sull’app, cresciuto di 4 volte rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre il prezzo per impression è sceso del 25%. Oggi il 90% degli annunci della piattaforma è transato in programmatic, secondo quanto rivelato dalla società.

In netta crescita anche i ricavi medi per utente, arrivati a livello mondo a 1,53 dollari (+46% anno su anno), mentre il costo per utente è aumentato solo del 2% a 0,98.

Leggi anche: Tim Cook: Mio nipote non deve frequentare i social network