Mass Media

Sondaggi, il risveglio degli italiani! La Lega frena, il M5S soffre: la situazione

Sondaggi, il governo frena e cala. Secondo una rilevazione dell’istituto di ricerca Ixè il rallentamento nei consensi raccolti dal Movimento 5 Stelle e dalla Lega si fa più sensibile. “Il bilancio resta molto positivo per la Lega, che tuttavia per la prima volta dal settembre scorso scende di pochissimo sotto il 30% mostrando – per ora – di essere uscita dal trend di crescita”, commenta Roberto Weber, co-fondatore e presidente dell’istituto Ixè.

“Più pesante l’ulteriore perdita di oltre un punto, fatta rilevare dall’M5s che scende sotto il 26%, quasi 7 punti in meno rispetto alle politiche. A beneficiare di queste sotterranee dinamiche non è il PD (in lieve decremento) ma in primo luogo Forza Italia e Fratelli d’Italia”.

“Coerentemente si nota un aumento dell’astensione e un significativo aumento di potenziali astenuti fra gli elettori M5S. A questo punto uno dei maggiori indicatori dello stato di salute delle singole forze politiche – e cioè la percentuale di riconferma del voto di marzo – mette in luce una situazione piuttosto pesante per gli elettori M5S, con un tasso di riconferma pari al 64%”.

“Parrebbe quindi che il ‘contratto di governo’ e il conseguente ritorno in termini di interessi o dividendi per le due forze che lo hanno siglato, funzioni da una parte sola. Avremo ovviamente il tempo per approfondire”.

Intanto il Movimento 5 Stelle prova a correre ai ripari e pensa a un rimpasto di governo. I grillini continuano a perdere terreno (soprattutto nei confronti degli alleati della Lega) da quando l’esecutivo è in carica. E adesso nei piani altri dei pentastellati (leggasi Casaleggio Associati) si cerca di mettere un freno. Ministri timidi, gaffe e strafalcioni stanno indebolendo la squadra di governo a 5 Stelle.

Di Maio a quanto pare avrebbe pensato ad una correzione in corsa: nel mirino sono finiti la Grillo, Toninelli e la Trenta. Toninelli è diventato il re delle gaffe, la Grillo ha creato solo confusione con gli amici dei no-vax e la Trenta è un ministro troppo debole e assente. Intanto, l’opposizione si prepara alla reconquista.

 

Ti potrebbe interessare anche: Tutte le gaffe del ministro Toninelli. La lunga lista è imbarazzante