Start Up & Imprese

Startup, 5 errori da non fare per attrarre investitori

State cercando di avviare una vostra impresa ma avete bisogno di reperire nuovi fondi o di trovare investitori? Cercare un modo per attrarre capitali che possano sostenere la vostra idea? Non sempre è facile far sì che gli investitori vengano a bussare alla vostra porta decidendo di investire sulla vostra startup. Al giorno d’oggi esistono milioni di piccole imprese in rampa di lancio che necessitano di una spinta e per cercare di emergere a volte non basta soltanto avere un’idea migliore o più bella delle altre. Ci vuole una struttura e un’organizzazione ben definita e pronta al grande salto, che dia la sicurezza necessaria agli investitori affinché possano decidere di immettere capitali nel vostro business. Per attrarre nuovi investitori però è fondamentale non fare errori che possano finire per allontanarli ancor prima che abbiano messo mano al portafoglio. A volte si tratta di piccoli accorgimenti, in altri casi invece di azioni mirate che possano garantire anche la sopravvivenza della vostra idea nel tempo. Quali sono dunque gli errori da non commettere per far sì che i capitali confluiscano nel vostro business? Abbiamo individuato 5 errori che non bisogna mai commettere per evitare che gli investitori non scappino via a gambe levate. Ecco dunque alcuni consigli utili per rendere longeva la vostra startup.

startup-italiaStrategia a lungo termine e comunità d’intenti: come far gola agli investitori

Ricchi ma non scemi. Si potrebbe tradurre con questa semplice frase il concetto che sta alla base degli investimenti e di chi li fa: per attrarre capitale non basta accattivare con un’idea affascinante ma bisogna dimostrare di avere competenze, capacità e una strategia a lungo termine. Alcuni fattori influenzano in modo decisivo le decisioni degli investitori che saranno così più propensi a mettersi al vostro fianco per aiutare a crescere la vostra startup. Guardare al futuro e al domani è sempre fondamentale: la vostra idea ha iniziato a muovere i primi passi ma cosa succederà domani? Come continuerà ad evolversi? Il business plan deve sempre essere accurato e tener conto dei diversi aspetti del mercato in cui ci si va ad inserire; è necessario poi avere una visibilità importante per emergere e quindi il marketing ricopre un ruolo sempre più centrale. Promuovere il prodotto è molto importante e contribuisce a creare un forte interesse. All’interno del gruppo di lavoro poi bisogna mostrare grande coesione e comunità d’intenti: una situazione caotica in cui i ruoli non sono chiari e ci sono tensioni, porta gli investitori ad essere scettici verso investimenti per una realtà che potrebbe esplodere da un momento all’altro.

startup-di-successo-Non si smette mai di imparare: accettate i suggerimenti

Gli investitori vorranno sapere tutto di voi e della vostra startup e magari dall’alto della loro esperienza potrebbero cercare di darvi suggerimenti. Giusti o sbagliati che siano bisogna sempre dimostrarsi aperti e disposti ad ascoltare: non si smette mai d’imparare, specialmente da chi ha più esperienza di noi e la mancanza di flessibilità potrebbe non giocare a vostro favore. Chi immette capitale nella vostra idea di business ha diritto a dire la sua, quindi ascoltate e mostratevi sempre aperti e propositivi.
Leggi anche: Mettersi in proprio: 7 nicchie profittevoli per avviare un business online