Start Up & Imprese

Startup fintech italiane: Oval Money è l'investimento a portata di App

Esiste un metodo per monitorare le nostre spese, gestendo al meglio i risparmi? Ebbene, non si tratta solo di consigli. É nata una startup con l’intento preciso di proteggere e far fruttare al meglio ogni investimento, piccolo o grande che sia.

Oval Money si occupa di Fintech ed è stata fondata da chi, nel mondo dell’economia, ci è nato e cresciuto: Simone Marzola (Cto), Benedetta Arese Lucini (Ceo), Edoardo Benedetto (Cdo) e  Claudio Bedino (Coo).

L’economia a portata di tutti

Tutti concorrono alla fiducia da adottare nella finanza personale. Il team di Oval Money “è impegnato nel portare inclusione, educazione e trasparenza finanziaria in questo mercato” recita la mission dell’azienda. Insomma, un modo di trattare finanza ed economia adatta a tutti, che siano esperti del mondo di finanza oppure studenti alle prese con la prima esperienza di risparmio. Infatti secondo la filosofia dell’azienda, il risparmio e l’investimento dovrebbero essere accessibile a tutti, anche a chi non ha grosse somme da impegnare.

Leggi anche: Startup di successo: come avviarla

La rivoluzione in un’app

Oval Money è una start up con sede a Torino e Londra in forte crescita. Qualche mese fa ha lanciato una campagna di crowfunding, arrivando a guadagnare circa 500mila sterline in appena 3 giorni. La svolta è avvenuta tramite la new technology, oltre il 35% di coloro che hanno partecipato alla campagna utilizzava l’app di Oval Money. Quest’ultima è stata un vero e proprio colpo di genio, ha offerto infatti la possibilità di monitorare investimenti e risparmi in tempo reale, semplicemente attraverso lo smartphone. Tutto questo grazie alla facilità e alla semplicità dell’applicazione, fruibile anche da chi non è esperto né di finanzia né di tecnologia. Funziona in tutti i paesi dell’Unione Europea, ma per ora è disponibile solo in lingua inglese e italiano.

Aiutare gli utenti

Oval Money è nata proprio per questo: aiutare gli utenti a risparmiare, mettendo da parte del denaro con regolarità, che può essere sempre visionato tramite l’app. Il CEO Benedetta Arese Lucini parla di educare e informare gli utenti: “Noi li indirizziamo verso gli investimenti perché vogliamo avere anche un ruolo educational verso la gestione della finanza personale, il concetto di mettere da parte e imparare a investire anche piccole cifre consente di creare una cultura verso forme di investimento consapevole che poi rimane anche quando gli utenti avranno risparmi maggiormente corposi”.

Leggi anche: Startup italiane in ritardo sul digitale: più di un quarto non ha un sito

La startup ha dunque un ruolo di supporto e punta ad accrescere le proprie linee guida per formare un inventore sempre più consapevole.

Perché dunque avviare la campagna di crowdfunding?Perché da Fca (il regolatore britannico, ndr) abbiamo ricevuto licenza per i prodotti di investimento, in particolare la licenza di ‘arranging deals and investments’ che ci pone nella veste di facilitatore ma non di advisor e quindi i finanziamenti raccolti ci servono per completare la piattaforma e lanciare a inizio del secondo trimestre di quest’anno l’app store con i prodotti e le soluzioni di investimento che saranno di vario tipo: dal peer to peer lending, all’oro, dall’arte all’housing per iniziare, e poi si completerà anche con strumenti più tradizionali come i fondi pensione” spiega Lucini.

Adesso non ci sono più scuse per nascondere i soldi sotto il materasso. Grazie ad Oval Money il modo per risparmiare c’è, divertendo esperti (e perché no, micro) investitori grazie ad un innovativo modello di business.

startup-oval-money