People

I supereroi si calano dal tetto dell’ospedale per fare una sorpresa ai bimbi malati

I supereroi esistono. Eccome se esistono. Vedere per credere. Si sono anche calati dal tetto dell’Ospedale Santobono di Napoli per portare un sorriso e una sorpresa nei cuori dei bambini ricoverati. Per una mattinata, infatti, i supereroi hanno regalato un sorriso ai piccoli degenti della struttura partenopea. La tappa napoletana del tour dei “supereroi acrobatici” si è tenuta grazie all’Associazione AIDO Napoli che, assieme all’AIRP e Partenope Free Chapters, ha fortemente voluto questa iniziativa, patrocinata anche dal Centro Regionale Trapianti della Campania, diretto dal dottor Antonio Corcione, e dalla V Municipalità, rappresentata da Paolo De Luca.

E così il 28 dicembre c’erano davvero tutti: da Spiderman ad Hulk, da Superman ad Ironman, fino a Capitan America. Si sono calati dalle facciate dell’ospedale Santobono, facendone divertire i bambini al suo interno. Sotto le maschere e i costumi, c’erano i tecnici di EdiliziaAcrobatica, legati con una doppia fune di sicurezza per prevedere qualunque tipo di problema. L’iniziativa non sarà la sola, ma sarà ripetuta in tutto il paese, portando così un po’ di gioia ai bambini ricoverati di tutta Italia.

Già nei giorni scorsi vi era stata una iniziativa simile, organizzata dall’associazione AGOP, con altri supereroi che avevano invece portato doni di Natale ai bimbi ricoverati nel reparto di Oncologia del I Policlinico di Napoli. Anche in questo caso, a portare i doni erano stati, seppur “semplicemente” attraversando i corridoi e le sale senza calarsi dai tetti, altri supereroi, tra i quali Batman.

Iniziative, insomma, nate per portare durante le feste un sorriso anche alle persone più sfortunate, come in questo caso i bambini e le loro famiglie. Siano benedette queste associazioni e chi si inventa ogni tipo di possibilità pur di rallegrare in qualche modo anche solo un momento della vita di questi bambini così sfortunati. I supereroi, come vedete, esistono. Eccome se esistono.

 

Ti potrebbe interessare anche: Miracolo di Natale: tenta di gettarsi sotto la metro, un operaio la salva