caratteristiche-team-leader

Sviluppo professionale, le 5 caratteristiche di un buon team leader

All’interno di un gruppo di lavoro spesso emerge una figura che è in grado di trascinare e guidare le altre durante il processo di sviluppo di un determinato progetto. Questa figura deve saper motivare e spronare i suoi colleghi a dare il meglio e a mettere sul tavolo tutte le proprie idee con energia e atteggiamento propositivo in modo da poter trovare nuove strade per realizzare qualcosa. Si tratta di un team leader, che non per forza coincide con una figura superiore dal punto di vista professionale ma che magari è stata selezionata all’interno del gruppo perché più carismatica e in possesso di quelle caratteristiche essenziali che servono per guidare un gruppo di lavoro. Ogni team necessità sempre di una guida che deve saper affrontare le difficoltà, motivare i membri del gruppo e saper individuare le priorità del lavoro prima ancora che si sia intrapreso un percorso. Ma quali sono le caratteristiche che definiscono un buon team leader? A questo proposito vogliamo dedicare uno spazio alle peculiarità e agli aspetti che una buona guida deve avere per essere in grado di rendere produttivo un gruppo senza attrarre su di sé l’astio e i malumori dei colleghi. A questo proposito abbiamo scelto, tra le tante, 5 caratteristiche che riteniamo fondamentali e indispensabili per essere un buon team leader. Eccole.

sviluppare leadership e comunicazioneSaper motivare i membri del team

Non importa se si tratta di una piccola squadra o di un grande gruppo di lavoro. Un buon team leader deve essere in grado di motivare i membri e di spronarli a lavorare bene e sempre meglio. Una buona guida deve essere in grado di toccare le corde giuste, anche emotive, che possano spingere i singoli membri a dare il meglio di sé stessi per cercare di perseguire l’obiettivo prefissato.

Puntare dritti al risultato

Non cercate di arrivare alla Luna ma sappiate sempre commisurare gli obiettivi da raggiungere con le capacità del team. Una volta stabilite le priorità però puntate dritti alla metà. I vostri superiori valuteranno gli obiettivi raggiungi e non il grado di gradimento che avrete ottenuto tra i vostri colleghi. Portare risultati concreti rimane sempre il vostro compito primario, fate del vostro meglio.

Risolvere problemi in modo efficace

Siate sempre in grado di risolvere i problemi che vi si trovano davanti e cercate di non crearne di nuovi. Il problem solving è sempre una caratteristica molto apprezzata e chi possiede questa capacità viene sempre visto di buon occhio. Cercate di facilitare al massimo il compito del vostro team rimuovendo tutti gli ostacoli che possano in qualche modo ostacolare la buona riuscita di un lavoro.

Dimostrare responsabilità e coerenza

Un buon team leader si misura anche dal carisma e dalla sua integrità. Mostratevi sempre trasparenti e corretti in tutto ciò che fate. I membri del vostro team vi guarderanno come un esempio e sapranno rispettarvi per quello che rappresentate. Trasmettere un certo tipo di comportamento agli altri li spingerà a seguire lo stesso percorso.

Comunicare sempre

La comunicazione rimane sempre la base di tutto. Cercate di essere chiari e di parlare sempre con i membri del vostro team affinché si possa instaurare un rapporto basato sul dialogo e sul confronto.

Leggi anche: 5 modi per trasformare dipendenti svogliati in “superstar”

 

CONDIVIDI
Gianluca Sepe
Giornalista pubblicista classe 1991. Laureato in Sviluppo e Cooperazione Internazionale, inizia a scrivere per passione per poi trasformarla nel suo lavoro. Con la penna o con la tastiera, è sempre pronto a raccontare il mondo digitale che cambia intorno a noi. Terribilmente malato per lo sport.