Interni

Rivoluzione a tempo pieno: l’idea Cinque Stelle per la scuola, nei prossimi anni sarà così

Novità in arrivo, forse, sul fronte scuola. A proporle è la fronda gialla del governo, quella pentastellata, che sta pensando di estendere a tutte le scuole elementari il tempo pieno. È una delle richieste avanzate dal Movimento 5 Stelle con un emendamento alla manovra approvato dalla commissione Cultura della Camera che ora passerà al vaglio della commissione Bilancio. La proposta prevede che entro febbraio il ministero dell’Istruzione stabilisca le modalità per “la graduale generalizzazione del tempo pieno nella scuola primaria”, con la previsione di 2mila maestre in più.

Un’idea che sta facendo discutere i social ma che sembra trovare, stando almeno ai commenti di queste prime ore, consenso tra gli utenti. Non è però l’unica novità al vaglio del governo in queste ore: l’emendamento M5s-Lega alla manovra, approvato in commissione Finanze e che ora dovrà passare all’esame della commissione Bilancio, prevede anche di tassare le bevande zuccherate come la Coca Cola per coprire l’esclusione del regime Irap per le partita Iva fino a 100 mila euro.

La proposta di modifica reca la prima firma dell’onorevole M5s Carla Ruocco, ma è stata sottoscritta anche da alcuni deputati leghisti. Un altro emendamento presentato dal M5s prevede di sostenere con circa 2,2 milioni di euro in tre anni la musica jazz. La proposta di modifica è stata approvata in commissione Cultura alla Camera e ora dovrà passare all’esame della commissione Bilancio.L’obiettivo è stanziare 750 mila euro all’anno per il 2019, il 2020 e il 2021 “da ripartire a favore di progetti selezionati sulla base di appositi bandi annuali del ministero dei Beni culturali, prendendo le risorse dal Fondo per l’attuazione del programma di governo”.

Scuola, orientamento sulle facoltà di medicina: l’intuizione del liceo Vinci di Reggio Calabria

Articoli correlati